Peverelli e Fattori: “L’affare mensa è fallito, ora sono doverose a Trecastelli le dimissioni del sindaco e del suo vice”

Peverelli e Fattori: “L’affare mensa è fallito, ora sono doverose a Trecastelli le dimissioni del sindaco e del suo vice”

TRECASTELLI – Da Nicola Peverelli e Giuseppina Fattori, consiglieri comunali di Trecastelli riceviamo: “La gara d’appalto relativa alla riorganizzazione del servizio di refezione scolastica è andata deserta, come risulta dal verbale di gara del 14 novembre 2017, pubblicato dalla Provincia di Ancona nella veste di Stazione Unica Appaltante.

“Un fallimento clamoroso,  riguardante un progetto deleterio, non solo per i piccoli utenti della mensa unica, ma anche per le  imprese del settore della refezione scolastica che hanno bocciato la proposta dell’amministrazione.

“Un progetto rispetto al quale l’attuale amministrazione ha investito ed impegnato ingenti risorse pubbliche ed ha messo sul piatto la propria credibilità politica scontrandosi, a muso duro, con i tantissimi genitori contrari allo smantellamento delle cucine interne alle scuole dell’infanzia.

“Un progetto che ha svelato come fosse nelle intenzioni dell’amministrazione estendere il servizio anche in favore dei comuni limitrofi  (si veda art. 12 delle schema di contratto di appalto) e tutto ciò dopo che la proposta dell’opposizione, diretta a limitare il servizio al solo Comune di Trecastelli  (dato che il progetto è a totale carico di noi cittadini di Trecastelli), venne respinta dalla maggioranza perché ritenuta addirittura offensiva ed irricevibile, poiché l’idea di coinvolgere altre realtà amministrative non li avrebbe nemmeno sfiorati….

“Ora, è giunto il momento di abbandonare tutta la forzata architettura della mensa unica, per ristabilire l’eccellenza delle cucine interne, scongiurando ogni forma di speculazione che, sovente, risiede dietro l’angolo di una gara d’appalto andata deserta…

“Del resto, sullo sfondo normativo le opzioni percorribili sono la negoziazione privata o l’elaborazione di  un nuovo bando, opzioni sulle quali v’è il nostro fermo ed incondizionato dissenso.

“I principali responsabili di questo fallimentare progetto, nato male e finito peggio, ossia  sindaco e vice sindaco con delega ai servizi scolastici, abbiano l’onestà intellettuale di riconoscere le proprie indiscutibili responsabilità e di rassegnare le proprie irrevocabili dimissioni.

“Sarebbe un gesto di importante dignità istituzionale e a dir poco doveroso, un positivo segnale tanto atteso dai cittadini di Trecastelli”.

PER SAPERNE DI PIU’

Verbale_seduta_di_gara_del_14-11-2017

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it