Giorgia Fabri: “A Corinaldo una stagione teatrale per respirare cultura di qualità”

Giorgia Fabri: “A Corinaldo una stagione teatrale per respirare cultura di qualità”

L’assessore è intervenuto alla presentazione della sempre più allettante programmazione 2017-2018 del teatro Carlo Goldoni

CORINALDO – Illustrata al pubblico del teatro “Carlo Goldoni” la stagione teatrale corinaldese, realizzata da Comune e AMAT con il contributo di MiBACT e Regione Marche. A fare da padroni di casa il sindaco Matteo Principi con l’assessore alla Cultura Giorgia Fabri e il dirigente del settore cultura del Comune di Corinaldo Paolo Pirani. Sabato 2 dicembre apertura degli abbonamenti con chiusura mercoledì 6 dicembre. Martedì 16 gennaio 2018 primo spettacolo stagionale “Il padre”, con Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere. “Michelangelo” di Vittorio Sgarbi in omaggio agli abbonati.

“L’obiettivo del teatro è quello di far riflettere – le parole dell’assessore alla Cultura Giorgia Fabri – Attraverso il teatro i bambini trovano un linguaggio per ascoltare, i ragazzi per imparare, noi adulti troviamo un linguaggio che ci permette di rallentare e pensare. Questa programmazione non è fine a se stessa, ma ci consente di far partire altre progettualità, legate al territorio, al turismo, all’economia. Vogliamo che a teatro si possa respirare cultura, vogliamo il teatro diventi un laboratorio per imparare ad ascoltare e crescere”.

Cinque spettacoli in abbonamento da gennaio ad aprile con un titolo in regalo per gli abbonati. Ad aprire il cartellone saranno Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere martedì 16 gennaio 2018 con la pièce “Il padre”. Domenica 4 febbraio, fuori abbonamento e in omaggio agli abbonati “Michelangelo” spettacolo multisensoriale di e con Vittorio Sgarbi. Pamela Villoresi e Claudio Casadio saranno i protagonisti di “Il mondo non mi deve nulla” in scena mercoledì 21 febbraio. Martedì 6 marzo, Amanda Sandrelli, Eleonora Ivone, Simone Colombari, Giorgio Borghetti portano in scena “Boomerang. Il mondo che vorrei”. Giovedì 22 marzo “Cuori scatenati”, una commedia degli equivoci portata in scena da Sergio Muniz, Francesca Nunzi, Diego Ruiz e Maria Lauria. A chiudere il cartellone, sabato 7 aprile, E.Sperimenti/GDO Dance Company (ieri rappresentato dalla dottoressa Francesca Pirani) con “Convergenze”, spettacolo di danza contemporanea con le coreografie di Federica Galimberti.

“Una stagione introspettiva, volta alla dimensione della vita familiare e individuale”, la presentazione di Luca Celidoni, responsabile comunicazione AMAT.

Fuori abbonamento venerdì 16 marzo “Le api, l’Universo e tutto quanto” monologo di Massimo Spagnuolo, domenica 11 marzo “Santa Napoli” dei Caracò, domenica 29 aprile “Fino all’ultimo sguardo-Ritratto messicano di Tina Medotti” della Compagnia teatri d’imbarco, gli ultimi due spettacoli in collaborazione con il teatro Valmisa.

Al via anche il teatro amatoriale affidato al “Teatro Time” di Vittorio Saccinto con “Shakespeare in love” e “A qualcuno piace caldo”: “Mi hanno insegnato che per fare teatro ci vogliono cinque cose: un posto, un’ora, un luogo, un attore, uno spettatore. Noi, da trent’anni, mettiamo passione cercando di regalare qualità”. Prima rappresentazione “Aggiungi un posto a tavola” in programma sabato 16 e domenica 17 dicembre 2017: “Un sindaco, Matteo Principi, che fa il sindaco, il vice sindaco Rosanna Porfiri che fa Consolazione, un prete don Davide Barazzoni che fa il prete e un altro sacerdote don Stefano Basili che fa la voce da lassù: ma quando vi ricapita? E gli incassi verranno interamente devoluti agli oratori di Corinaldo e del Portone di Senigallia”. Il Teatro Time da trent’anni collabora anche con le scuole: “Abbiamo iniziato a lavorare con gli studenti della terza media di Corinaldo allo spettacolo “State buoni se potete” che presenteremo il 24 maggio”.

Presente anche il teatro dei ragazzi/bambini alla sua 21°edizione ieri rappresentato da Simone Guerro del teatro Pirata di Jesi, teatro protagonista anche del teatro ragazzi nelle scuole e la domenica dei bambini: “Il teatro accompagna nella crescita-  le parole di Simone Guerro- Le famiglie ci riconoscono un ruolo formativo e alle insegnanti diamo un grande spunto. Siamo attenti ai particolari e cerchiamo di toccare con delicatezza la crescita di ognuno”. “Bella da morir. Aida e il bambino che sognava l’opera”, “Fratelli in fuga”, Il piccolo re dei fiori”,“Il gatto con gli stivali”, “Storia di Ena” per il teatro ragazzi nelle scuole; “Un babbo a Natale”, “I tre porcellini”, “La regina delle nevi”, “Cappuccetto e la nonna” per la domenica dei bambini.

Abbonamenti in vendita al botteghino del teatro il 2 e 3 dicembre (ore 10-12 e 16-19) e dal 4 al 6 dicembre (ore 10-12). Biglietti acquistabili il giorno dello spettacolo dalle ore 20. È obbligatoria la prenotazione tre giorni prima della data dello spettacolo. Biglietti anche nei punti vendita AMAT/Viva Ticket, sul sito vivaticket e al Call center dello spettacolo 0712133600. Per informazioni: AMAT 0712072439 e al teatro Goldoni 3386230078- teatro@corinaldo.it

“Il teatro è uno strumento di formazione, educazione, conoscenza- la conclusione del primo cittadino Matteo Principi- La nostra stagione teatrale non è un mero elenco di titoli, perché dietro tutti i nostri spettacoli si creano rapporti umani forti, momenti di condivisione e crescita. C’è un teatro che raggiunge livelli nazionali e cerca di contagiare le persone, di portarle alla riflessione e alla bellezza. C’è un teatro amatoriale che permette a tanti corinaldesi e non solo di staccare la spina dai problemi quotidiani e di trascorrere del tempo in spensieratezza. E, se negli anni abbiamo raggiunto questo buon livello, è anche grazie alla passione e al cuore che Paolo Pirani ha trasmesso a tutti noi.”

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: