Al Centro Residenziale per Anziani “Nella Carradorini” di Mondolfo niente Messa del sabato nel salone grande

Al Centro Residenziale per Anziani “Nella Carradorini” di Mondolfo niente Messa del sabato nel salone grande

Un’occasione persa di integrazione con l’esterno. Fino ad oggi le proteste sono risultate inutili

di DANIELE CECCARELLI*

MONDOLFO – Che la Cooperativa COOSS Marche, o chi per essa, abbia sentito l’esigenza di modificare il calendario delle celebrazioni della Santa Messa del sabato, dalla fine di ottobre, nel salone grande del Centro Residenziale “Nella Carradorini” di Mondolfo ci lascia sorpresi ed amareggiati.

Soprattutto perché non ne comprendiamo le ragioni organizzative.

Come Comitato abbiamo inviato una richiesta scritta, il 12 novembre, sia al sindaco del Comune di Mondolfo, Nicola Barbieri, e sia all’amministratrice delegata della COOSS Marche, Mariella Longarini, affinché si adoperino per ripristinare la celebrazione settimanale nel salone grande del Centro Residenziale.

Richiesta ancora senza risposta.

La COOSS Marche è una grande e benemerita cooperativa sociale, gestisce numerosi centri nel territorio marchigiano, non difetta certo di esperienza e buon senso. Anzi il suo fatturato annuo, pari a circa 60 milioni d’euro, sta a dimostrare il gradimento e l’affidabilità dell’organizzazione.

È nata, come si può leggere nel suo sito web ufficiale, discutendo di partecipazione democratica.

Ha uno Statuto sociale ed un Codice etico in cui ribadisce la volontà continua ed incessante di integrare le strutture residenziali, gestite, nella comunità in cui sono inserite.

Per tutto questo la decisione di non far celebrare la Messa tutti i sabati nel salone grande ci appare sorprendente.

Quale momento migliore per una integrazione, tanto decantata, con i fedeli esterni?

Una celebrazione di non più di 35/40 minuti crediamo che non possa affatto preoccupare l’economia dei servizi e la sua erogazione.

Anche perché il personale del Volontariato sociale, come valore aggiunto, può benissimo gestire lo svolgimento della celebrazione in tutta sicurezza.

Pertanto rinnoviamo pubblicamente la nostra richiesta di ripristinare, al più presto, la celebrazione della Messa settimanalmente nel salone grande del Centro Residenziale.

*Vice presidente Comitato per la Salute Pubblica – Mondolfo

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it