A Corinaldo è in programma nel pomeriggio una seduta del Consiglio comunale che si preannuncia particolarmente calda

A Corinaldo è in programma nel pomeriggio una seduta del Consiglio comunale che si preannuncia particolarmente calda

CORINALDO – Giovedì 30 novembre, alle ore 18:30, nella sala “A. Ciani” del Comune di Corinaldo è convocato il Consiglio comunale in sessione straordinaria.
L’ordine del giorno prevede: comunicazioni del sig. sindaco; interrogazioni e interpellanze; esame mozione relativa a “Istituzione di un regolamento di disciplina del periodico comunale InformAttiva-Corinaldo” presentata dal sig. consigliere Galeotti Luciano; approvazione regolamento per il periodico comunale; approvazione verbali relativi alla seduta del 26/10/2017; approvazione regolamento per l’esecuzione di scavi su suolo pubblico; trasferimento all’Unione dei Comuni Misa-Nevola missione 6-programma 1 “sport e tempo libero”; approvazione variazione al bilancio di previsione e dup 2017-2019; delibera comitato dei sindaci n.1 del 04.10.2017- Approvazione regolamento unico per l’accesso al sistema locale dei servizi sociali e per la compartecipazione economica degli utenti; approvazione schema di convenzione per servizi di intermediazione tecnologica della Regione Marche per i pagamenti elettronici agli enti strumentali, locali e del comparto sanitario, ai sensi del decreto legislativo 7 marzo 2005, n.82.

Il gruppo di opposizione “In movimento – Corinaldo c’è” alla vigilia di questo appuntamento ha presentato quattro interrogazioni ed una mozione.

La prima interrogazione riguarda le problematiche della viabilità, con situazioni di pericolo per mezzi e pedoni.

“Considerato che – si legge nell’interrogazione – provenendo da via Borgo di Sopra agli incroci prospicienti la residenza per anziani della Fondazione Santa Maria Goretti si crea una situazione di molteplice pericolo; vuoi per il maggior flusso di veicoli in alcune ore della giornata, principalmente dalle 11.30 alle 13.30 c.a. e nel pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30, vuoi per la sfortunata presenza della pista ciclo pedonale che attraversa nello spazio di pochi metri ben due zone di arresto contrassegnate dal segnale orizzontale di stop con obbligo di dare precedenza (art.145 codice della strada),  ai pedoni e alle biciclette, che pochi automobilisti osservano.

  • La maggior parte dei veicoli provenienti da via Borgo di Sopra che al primo stop imboccano il viale degli eroi per andare in direzione, a senso unico, del centro storico, non osservano assolutamente l’obbligo di arresto ed invadono la corsia dedicata alle bici ed ai pedoni con evidente pericolo per quest’ultimi.
  • Lo stesso accade per chi prosegue diritto in direzione Mondavio, Monterado, per intenderci, che nello spazio di pochi metri trova ben due stop e che quando va bene si ferma solo al secondo.
  • Inoltre provenendo da viale Dante o da viale degli Eroi in direzione centro vi è la possibilità con svolta a sinistra di attraversare uno stop, in maniera contraria al senso di marcia, per immettersi in via Rocconi, la discesa che collega il borgo di sopra alla zona dell’Incancellata.

Tra l’altro riteniamo che tale manovra sia al limite della legalità per quanto prevede il codice della strada.

“Altra situazione che abbiamo osservato ed alquanto pericolosa per pedoni e veicoli, nello specifico soprattutto per i bambini, è quella che si verifica in zona Borgo di Sotto di fronte alla scuola primaria. Nelle ore di uscita degli alunni, ore di punta per il traffico urbano in genere, si crea un assembramento anomalo di veicoli dei genitori che vengono a riprendere i propri figli dopo le lezioni. Questi mezzi non trovando spazi idonei al parcheggio, invadono parte delle corsie di transito in ambedue le direzioni, vogliamo ricordare che parliamo di una strada che collega le due provincie, Ancona e Pesaro-Urbino e quindi dedita anche al traffico di mezzi pesanti, oltretutto l’edificio scolastico si trova di fronte allo stabile del Consorzio Agrario Provinciale dove spesso manovrano mezzi di grandi dimensioni”.

In considerazione di tutto ciò il gruppo consiliare “In movimento – Corinaldo c’è” chiede che “l’Amministrazione si attivi subito poiché le situazioni di disagio e pericolo sopra descritte necessitano di un immediato intervento allo scopo di prevenire e salvaguardare l’incolumità dei pedoni principalmente e di eventuali danni ai veicoli e ai beni sia pubblici che privati presenti nelle due zone urbane”.

Una seconda interrogazione, presentata dallo stesso gruppo consiliare, riguarda il mercato del mercoledì. “Con la presente – si legge nel testo inviato al sindaco – intendiamo ricordarLe che verbalmente Lei aveva prospettato l’idea di riportare per ragioni socio/culturali che condividiamo pienamente, il mercato nel suo “luogo naturale”, all’interno della cinta muraria, nel centro storico dove per decenni ha avuto regolare svolgimento ed ha rappresentato per la nostra comunità un importante, fondamentale luogo di comunicazione e socializzazione al di là del suo scopo commerciale.

“A tale scopo chiediamo – si legge nell’interrogazione firmata da Luciano Galeotti, Riccardo Piermattei, Tamara Colombaroni e Adrio Testaguzza – se questa amministrazione ha preso in esame tale progetto, se sono state prese in considerazione le ipotesi di incrementare, ampliare l’offerta dei prodotti presenti nel mercato avanzando la richiesta a venditori ambulanti nuovi per il nostro comune”.

Con la terza interrogazione i consiglieri del gruppo “In movimento – Corinaldo c’è” chiedono “che questa Amministrazione si adoperi nel più breve termine possibile al fine di provvedere alla necessaria, quanto indispensabile opera di sostituzione, manutenzione e messa in sicurezza della rampa di accesso della scuola d’infanzia “A.Veronica”.

A tale proposito viene osservato, nel testo dell’interrogazione, che “la rampa, in materiale plastico nero, che permette di salire al primo piano ed al relativo ingresso della scuola materna “A. Veronica” è a dir poco consunta: i tacchetti che permettono il grip, la presa, sono molto consumati, addirittura in alcuni punti totalmente usurati ed al pari del piano, sono inoltre evidenti spaccature longitudinali che permettono infiltrazione di acqua, polvere, terra ecc.”

Inoltre viene constatato che “l’intera area della rampa dovrebbe essere eguale a 20/25 mq. c.a. e quindi l’intero ripristino del rivestimento non dovrebbe comportare un costo eccessivo, imputabile alle spese correnti D.lgs.267/2000 art.187 comma 2 lettera d) con piccola variazione di bilancio”.

I consiglieri di opposizione fanno anche presente di aver verificato che “nel quotidiano, ma anche e soprattutto in occasione di pioggia od altro evento di precipitazione atmosferica, la suddetta rampa può costituire un fattore di rischio per l’incolumità delle persone, per l’elevata probabilità di scivolare e cadere soprattutto dei bambini frequentanti il plesso scolastico”.

Con la quarta interrogazione i consiglieri del gruppo “In movimento – Corinaldo c’è” chiedono spiegazioni sul cambio di orario di svolgimento del Consiglio comunale.

“Atteso che – scrivono – risiede nelle competenze del Sindaco la convocazione del Consiglio Comunale in base a quanto disposto dal D.lgs 18 agosto n.267”. Constatato che “la seduta del 30 novembre 2017 è stata indetta per le ore 18.30 quando l’art.38 del sopra citato TUEL dispone al comma 7 “le sedute del consiglio e delle commissioni sono pubbliche, salvi i casi previsti dal regolamento e, nei comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti, si tengono preferibilmente in un arco temporale non coincidente con l’orario di lavoro dei partecipanti”.

I consiglieri del gruppo di opposizione chiedono “le ragioni che l’hanno indotta a modificare e contravvenire quanto disposto dal c.d.TUEL, soprattutto ricordandole che nella seduta della 1^commissione consiliare, da Lei presieduta l’unanimità degli amministratori presenti, rappresentanti i due gruppi consiliari, di comune accordo Lei compreso, avevano approvato una data, martedì 28 novembre, ed un orario, le ore 21.00 per la seduta del Consiglio Comunale di Corinaldo, ben diverse; orario quest’ultimo che persegue i fini del citato art.38 comma 7 e che viene incontro alle esigenze di gran parte dei consiglieri comunali. Riteniamo abbia delle valide motivazioni  che l’hanno indotta ad invertire in maniera autonoma ed autoritaria la data e gli orari senza alcuna comunicazione ai gruppi consiliari; certo è che rappresenta una maniera poco democratica e collaborativa”.

Infine il gruppo consiliare “In movimento – Corinaldo c’è” ha presentato una mozione inerente l’istituzione di un regolamento di disciplina del periodico comunale InformAttiva-Corinaldo.

Dopo aver premesso che “nella seduta della 1^ Commissione Consiliare Affari Istituzionali del 9 novembre c.a. al punto primo dell’O.d.G. veniva trattato l’argomento, “ audizione del sig.  Ass.Silvi in merito alla bozza di regolamento, di cui verrà consegnata copia, relativo al periodico comunale”. La copia del regolamento consegnata dal sig.Ass.Silvi ai componenti la 1^commissione, sig.  Principi Matteo (Presidente la Commissione) sig.  Anibaldi Ranco Giacomo e sig.  Galeotti Luciano (componenti la Commissione), altro non è che “un copia incolla” del regolamento stesso adottato dal comune di Filottrano con delibera consiliare n.45 del 28 ottobre 2014.

“Preso atto che nella seduta di cui sopra veniva indicato come termine ultimo di presentazione per integrazioni al regolamento indicato dal sig. Ass. Silvi il 17 novembre 2017. Termine difficilmente rispettabile per una stesa ex nuovo di un regolamento.

“Considerato che la nostra municipalità deve  assolutamente munirsi di un regolamento per la pubblicazione e diffusione del periodico comunale InformAttiva-Corinaldo. In quanto tale pubblicazione oltre ad essere caratterizzata “giuridicamente” ha un impegno di spesa e per tanto compare nelle voci del bilancio comunale;  vedi delibera della Giunta Municipale n.168 del 15 ottobre 2013.

“Tutto ciò premesso e considerato, con la presente mozione si intende presentare e sottoporre al giudizio del sig.  Sindaco, della Giunta Municipale e dei componenti il collegio Consiliare l’allegato regolamento per eventuali emendamenti da presentare in sede di seduta consiliare.

“Chiedo – scrive il capogruppo Luciano Galeotti – come enunciato in apertura che la presente mozione venga dibattuta e messa a votazione alla prima seduta disponibile del Consiglio comunale. Allego alla presente copia (REGOLAMENTO PERIODICO COMUNALE CORINALDO )del regolamento del periodico InformAttiva-Corinaldo da me redatta, il regolamento consta di n.15 pagine”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: