SENIGALLIA / Difendere l’ospedale a oltranza, il Comitato cittadino non ha mai creduto alle promesse dei politici

SENIGALLIA / Difendere l’ospedale a oltranza, il Comitato cittadino non ha mai creduto alle promesse dei politici

SENIGALLIA / Difendere l’ospedale a oltranza, il Comitato cittadino non ha mai creduto alle promesse dei politiciSENIGALLIA – Il Comitato Cittadino a difesa dell’Ospedale continua la sua opera di mobilitazione generale contro il depotenziamento dell’Ospedale di Senigallia. “Già dopo la commissione comunale – si legge in una nota – avevamo invitato i cittadini a non credere a  quanto ci era stato promesso dal Direttore dell’Asur dott. Alessandro Marini, e dal presidente della Commissione sanità della Regione dott. Fabrizio Volpini circa la sospensione (che avrebbe dovuto essere il preludio alla revoca) della determina con cui di fatto si sanciva la chiusura dell’UTIC di Senigallia, ma chiedevamo di abbassare i toni della protesta solo quando fosse stato pubblicato un provvedimento in tal senso.

“Sapevamo, infatti, che i burocrati e gli amministratori quando prendono decisioni impopolari cercano di anestetizzare il popolo, per questo avevamo richiesto un documento che salvaguardasse il nostro Ospedale. Ad oggi purtroppo ciò non è avvenuto ed anzi l’approssimarsi del forte ridimensionamento (preludio alla sua chiusura) del reparto di Cardiologia così come denunciato dal primario stesso, ci confermano che non è questo il momento di abbassare la guardia.

“Per questo abbiamo iniziato una raccolta firme al momento cartacea e presto anche online con cui i cittadini, utilizzando un testo semplice comprensibile a tutti, chiedono di non depotenziare l’Ospedale.  Non possiamo correre il rischio che Senigallia veda declassarsi il proprio nosocomio a semplice ospedale di base. Non possiamo più accettare che giorno per giorno siano tagliati servizi e funzioni, non possiamo più assistere in modo passivo a questa politica che punta ad abituare il cittadino a non vedere più l’Ospedale di Senigallia come punto di riferimento, indirizzandolo sempre più verso una “sanità privata”

“A breve riuniremo il nostro Direttivo per stabilire altre operazioni di lotta pacifica contro questa deriva. Nel frattempo ringraziamo i tantissimi cittadini che ci stanno supportando sia sul web che nella vita quotidiana, invitiamo le altre associazioni, comitati, le istituzioni locali che hanno a cuore la sanità pubblica e l’Ospedale di Senigallia ad incontrarci per fare fronte comune contro questa assurda fine cui qualche colletto bianco  vorrebbe condannare il nostro Ospedale”.

#ComitatoCittadinoDifesaOspedaleSenigallia

#FacciamociSentire

https://www.facebook.com/ComitatoDifesaOspedaleSenigallia/

mail:comitatocdos@gmail.com

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it