Con Cavalleria Rusticana e Pagliacci conclusa a Ostra la Prima settimana della musica

Con Cavalleria Rusticana e Pagliacci conclusa a Ostra la Prima settimana della musica

Con Cavalleria Rusticana e Pagliacci conclusa a Ostra la Prima settimana della musicaCon Cavalleria Rusticana e Pagliacci conclusa a Ostra la Prima settimana della musica Con Cavalleria Rusticana e Pagliacci conclusa a Ostra la Prima settimana della musica

OSTRA – Sabato scorso Ostra ha accolto con grande piacere un foltissimo pubblico, che ha scelto di trascorrere la serata in compagnia della musica lirica. La rappresentazione di “Cavalleria Rusticana” e  “Pagliacci” con l’esecuzione delle musiche dal vivo, grazie alla presenza dell’orchestra “I Cameristi del Montefeltro” diretta dal maestro Massimo Sabbatini, ha raccolto il consenso entusiasta di tutti i presenti, che con i loro applausi hanno premiato il lavoro dei numerosissimi professionisti coinvolti  e hanno mostrato, ancora una volta, di gradire questo appuntamento estivo, che per Ostra sta tornando ad essere una tradizione.

Le due opere hanno concluso la Prima Settimana della Musica,  voluta dagli ideatori del progetto (il maestro Gabriele Buschi, il maestro Roberto Ripesi, il presidente della Pro Loco Egidio Muscellini) per celebrare il sodalizio tra la cittadina dell’entroterra senigalliese e la musica. La settimana era stata inaugurata dal Gran Concerto estivo della Banda “Città di Ostra-O. Bartoletti”, che, arricchita di una sezione acustica e della tastiera, si è presentata come una vera orchestra, capace di stupire con un repertorio sempre rinnovato  e imprevedibile.

La collaborazione con il Coro “Dell’Antica Città” di Casine di Ostra, ormai più che decennale, ha offerto  al pubblico, nel secondo tempo del concerto,  una emozionante carrellata di brani, eseguiti con la ormai nota abilità e la trascinante simpatia degli oltre ottanta appassionati protagonisti della serata, tra musicisti e cantanti. Chi non si è fatto perdere l’appuntamento con la “Gioachino Orchestra” ha potuto gustare la musica eseguita da un nutritissimo gruppo di allievi del conservatorio di Pesaro. “E’ da piccoli che si diventa grandi” è lo slogan dell’orchestra ed hanno tutti dimostrato di avere davvero un grande avvenire a portata di mano.

A completare l’offerta, una serata “da non poter stare fermi”: swing a go go  con Simone Grassi Swingset ed è stato davvero impossibile non lasciarsi coinvolgere. Il lavoro di squadra, la generosità degli ideatori, che non si sono risparmiati perché tutto funzionasse secondo le aspettative, la passione sincera per la musica e per Ostra hanno fatto di questo progetto un vero successo, reso ancora più appetitoso dalla presenza di “Caffè del Teatro”, “Pizzeria La Tentazione”, “Gelateria Doppia Libidine” e “L’Osteria fori de Porta” che hanno allestito, durante le quattro serate, un gradevolissimo punto ristoro all’ombra della Torre Civica. L’iniziativa ha avuto il patrocinio del Comune di Ostra e il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Ostra e Morro d’Alba. Il nostro  “Grazie” a tutti coloro che a qualunque titolo hanno collaborato. Grazie al pubblico, che ha sempre affollato la piazza e che invitiamo a tornare ad Ostra  per le altre iniziative che verranno proposte e che, fin d’ora, invitiamo per la Seconda Settimana della Musica edizione 2018.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it