Dopo aver tentato il suicidio aggredisce un passante e gli agenti di polizia: ventiquattrenne denunciata a Fano

Dopo aver tentato il suicidio aggredisce un passante e gli agenti di polizia: ventiquattrenne denunciata a Fano

FANO – Nella serata di giovedì, operatori della Volante della Polizia di Stato appartenenti al Commissariato di Polizia di Fano sono intervenuti in zona Lido a seguito di una segnalazione di una giovane che saliva, con intenti suicidi, sulla balaustra del ponte situato in zona Largo della Lanterna di Fano.

La ragazza, in forte stato di agitazione, inveiva e urlava manifestando l’intenzione di volersi gettare nel sottostante canale. Un passante riusciva ad afferrarla e bloccarla ma la giovane fuori di sé, invece, lo aggrediva fisicamente e verbalmente, ingiuriando pesantemente anche la coniuge presente, per poi mordergli violentemente e con estrema forza un braccio e colpirlo con un pugno al volto.

Gli agenti della Volante, prontamente intervenuti,  riuscivano, con non poche difficoltà, a separare i due ma la giovane si scagliava con veemenza anche contro i poliziotti con calci e ingiurie tanto da doverla immobilizzare e allontanare dal luogo ove erano presenti numerose persone con bambini.

La giovane veniva accompagnata negli uffici del Commissariato dove continuava ad aggredire gli agenti, tanto da richiedere l’intervento dei sanitari del 118 che, con un’ambulanza la trasportavano al Pronto Soccorso, ove, dagli esami tossicologici effettuati, risultava che la stessa avesse un elevato tasso alcolemico nonché tracce di sostanze stupefacenti del tipo cannabinoidi.

La ragazza veniva trasferita presso il reparto di psichiatria dell’ospedale Santa Croce e affidata alle cure dei sanitari che disponevano le sue dimissioni nella mattinata di oggi.

La giovane 24enne, italiana, residente in provincia di Pesaro, già conosciuta alle forze di polizia, è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria di Pesaro per i reati di lesioni aggravate, ingiuria, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Le lesioni riportate dai due operatori della Volante sono state certificate guaribili in 5 giorni ciascuno.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it