SENIGALLIA / Parcheggiatore abusivo non si accontenta di 5 euro ed aggredisce (verbalmente) una ragazza

SENIGALLIA / Parcheggiatore abusivo non si accontenta di 5 euro ed aggredisce (verbalmente) una ragazza

SENIGALLIA – Il giornalista Luigi Brecciaroli, oltre ad essere brillante e preparato, è anche – e soprattutto – una persona seria, che ama la sua città: Senigallia.

Ecco quanto ha scritto oggi sul suo profilo Facebook: “Fedele alla mia deontologia professionale devo rendere pubblico un fatto accaduto ad un mio amico. Persona molto cattolica, un uomo serio, molto serio, troppo forse. Trovandosi a Senigallia per lavoro ha assistito ad un’aggressione verbale, molto pesante mi ha detto, di un parcheggiatore abusivo nei confronti di una ragazza. L’uomo non si accontenta dei 5 euro che lei gli aveva dato per la sua macchina e ne voleva di più. Ai leoni della tastiera e ai sociologi da poltrona tutte le interpretazioni del fatto. Io mi limito ad informare”.

Parole molto chiare, che denunciano un episodio avvenuto a Senigallia. E, da ciò che si legge – e si vede, purtroppo, ogni giorno – non si tratta di un caso isolato. Troppo spesso questi parcheggiatori (che, secondo noi, non sono più da considerare… abusivi, in quanto tollerati da chi amministra la città e dalle forze dell’ordine, che vedono e non intervengono), oltre ad essere numerosi ed arroganti, arrivano perfino a fare cose che non dovrebbero. Chi scrive, ad esempio – ed il fatto non l’ha mai volutamente denunciato – due anni fa, per non aver elargito per due volte di seguito (venerdì e sabato mattina) l’obolo richiesto, nel parcheggio antistante lo stadio comunale, si è ritrovato con l’auto danneggiata in maniera abbastanza seria.

Anche questa, sindaco Mangialardi, è Senigallia. Quella parte (piccola) di Senigallia che non può essere apprezzata. Per cui Lei ed i suoi fidi collaboratori (assessori che passano e non… vedono) dovreste intervenire. Come, del resto hanno fatto – e fanno – in altre città, anche della nostra regione.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it