Tre piloti di Senigallia alla Milano-Taranto, la storica maratona su moto d’epoca alla scoperta dell’Italia

Tre piloti di Senigallia alla Milano-Taranto, la storica maratona su moto d'epoca alla scoperta dell'Italia

Tre piloti di Senigallia alla Milano-Taranto, la storica maratona su moto d’epoca alla scoperta dell’Italia

Tre piloti di Senigallia alla Milano-Taranto, la storica maratona su moto d'epoca alla scoperta dell'Italia

SENIGALLIA – Tre fantastici centauri di Senigallia, porteranno i colori della città nella 31a rievocazione della più lunga, avvincente e massacrante maratona motociclistica che va in scena dal 1956: la Milano – Taranto  viaggio in moto d’epoca alla scoperta dell’Italia.

I piloti che rappresenteranno “La Spiaggia di Velluto” con la infinita tradizione motociclistica sono: Ermanno Tarli con una Benelli 125 immatricolata alla fine degli anni ’60; Silvano Bartozzi con una Gilera 150 immatricolata nel 1959; Massimiliano Bracci con una Gilera 500 Saturno del 1953.

Sono tutti soci del MOTOCLUB Senigallia che conta circa 80 iscritti, il cui presidente è Luca Latini, e sono anche componenti del club “Lumache Rumorose”.

I tre centauri senigalliesi hanno presentato le loro moto nella magica cornice del Club Nautico di Senigallia, con la complice disponibilità del presidente Gianmaria Zuccari .

Gli onori di casa sono stati fatti da Attilio Ruggeri, gestore del bar – ristorante del Club Nautico, che nel 1998 partecipò alla Milano – Taranto con un Ducati 98 Sport del 1953, classificandosi 6° di categoria.

All’evento molto gradita ed apprezzata è stata la presenza del centauro argentino Vittorio Zito, famoso motociclista negli anni ’50 e di Franco Latini, storico pilota senigalliese. Insieme hanno allietato gli intervenuti con aneddoti (più o meno coloriti) dei loro anni ruggenti.

Le 3 moto che parteciperanno alla Milano – Taranto hanno fatto ascoltare a tutti il rombo dei loro motori, pronte per partire con i loro piloti. La maratona inizierà alle 24 di domenica 2 luglio presso l’Idroscalo di Milano per arrivare l’8 luglio a Taranto, dopo circa 1.700 km totali.

Sarà una carovana multilingue, unita dalla passione per i motori e dalla voglia di aprire uno scrigno di opere d’arte, storia e natura che non ha eguali nel mondo.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it