La Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e all’ambiente in visita a Falconara

La Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e all’ambiente in visita a Falconara

FALCONARA – Questa mattina, la “Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati”, presieduta dall’on. Alessandro Bratti, si è portata presso il SIN (Sito di Interesse Nazionale) di Falconara Marittima, per avere cognizione dei luoghi che già con Accordo di Programma tra Ministero dell’Ambiente, Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Falconara Marittima e Autorità Portuale di Ancona, erano stati oggetto di un definito piano di messa in sicurezza d’emergenza e di successiva bonifica ambientale.

L’area interessata difatti si estende, partendo da Sud e risalendo lungo la costa in direzione Nord: dalla spiaggia antistante il sottopasso di via Monti e Tognetti fino allo stabilimento ex Montedison. Come noto, in questa fetta di costa, si svolgono numerose attività, tra le quali la raffinazione ed il deposito di prodotti petroliferi.

La visita è successivamente proseguita all’interno della raffineria API di Falconara Marittima dove l’organo parlamentare è stato accolto dal direttivo dello stabilimento che ha guidato l’accesso nelle aree di lavorazione di maggiore interesse.

La Commissione si è successivamente spostata presso la Prefettura di Ancona, per incontrare il Prefetto, il Procuratore ed il Presidente della Provincia. I lavori proseguiranno per tutta la giornata e saranno ascoltate varie rappresentanze territoriali, tutte ricomprese nel rispetto del piano programmatico degli interventi per la completa bonifica ed il ripristino ambientale del locale SIN.

Nella foto: la Commissione, accompagnata da un’aliquota del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Ancona

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: