SENIGALLIA / Stanno arrivando i primi risarcimenti per le aziende alluvionate

SENIGALLIA / Stanno arrivando i primi risarcimenti per le aziende alluvionate

Il sindaco Maurizio Mangialardi: “Un risultato importante, ma continuiamo il nostro impegno”

SENIGALLIA / In arrivo i primi risarcimenti per le aziende alluvionatedi MAURIZIO MANGIALARDI*

SENIGALLIA – Come nel caso delle abitazioni private, credo che i risarcimenti in arrivo in questi giorni alle imprese danneggiate dall’alluvione del 2014 rappresentino un risultato importante, in cui forse ben pochi avevano sperato.

Oltre cinque milioni di euro, che sono il frutto di un percorso che l’Amministrazione comunale ha portato avanti con caparbietà, lavorando duramente in stretta collaborazione con la senatrice Silvana Amati, la Regione Marche e le associazioni di categoria, e mettendo al servizio della comunità le proprie migliori competenze.

Insomma, abbiamo scelto l’unica strada possibile, quella della concretezza, della legalità e della trasparenza, quella del dialogo serio e determinato con la Regione e il governo, evitando inutili e perfino dannosi conflitti istituzionali Via, quest’ultima, voglio ricordarlo, indicata da una parte dell’opposizione, probabilmente più per calcolo politico che per volontà di dare soluzione ai problemi.

Ma il nostro impegno non finisce qui. Sappiamo che la procedura attraverso cui la Regione Marche ha individuato i beneficiari ed erogato i contributi contiene alcune criticità che vorremmo fossero in fretta sanate. Tra queste, le più evidenti sono l’esclusione dei danni riferiti alle auto aziendali e le esclusioni dovute alle presentazione di più istanze per la stessa partita Iva.

Proprio per tale motivo ci siamo attivati a tutti i livelli affinché le auto aziendali siano incluse tra i macchinari e le attrezzature, specialmente nei casi in cui sono beni indispensabili per l’attività svolta (vedi agenti di commercio o artigiani con furgoni per riparazioni a domicili). Per quanto attiene la presentazione di più domande di risarcimento da parte della stessa partita Iva (è il caso di aziende che hanno avuto più sedi danneggiate), chiederemo invece di ricorrere al soccorso istruttorio per assommare i danni in una sola istanza.

Sono certo che, come già avvenuto in questi mesi, il confronto con gli enti sovraordinati riuscirà risolvere questi problemi, dando alle attività economiche coinvolte la possibilità di ricevere un equo ristoro dei danni subiti.

*Sindaco di Senigallia

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it