Celebrata anche a Senigallia la Festa dell’Europa

Celebrata anche a Senigallia la Festa dell’EuropaCelebrata anche a Senigallia la Festa dell’Europa

L’iniziativa promossa dalla Fidapa si è svolta nell’aula del Consiglio comunale

Celebrata anche a Senigallia la Festa dell’EuropaSENIGALLIA – In occasione della Festa dell’Europa, questa mattina, nella sala del consiglio comunale si è svolta un’iniziativa promossa dalla Fidapa – BPW Italy, in collaborazione con il Comune di Senigallia e il gruppo editoriale Raffaello.

L’incontro, aperto dalla presidente della sezione senigalliese della Fidapa, Laura Amaranto, ha visto gli interventi del sindaco Maurizio Mangialardi, del presidente del consiglio Dario Romano, del consigliere nazionale dell’Aiccre Sandro Barcaglioni, di Mirella Mazzarini, in rappresentanza della casa editrice Raffaello, e di Beatrice Avitabile, che ha portato la testimonianza della sua esperienza nel programma Erasmus.

“Ringrazio la Fidapa – ha detto il sindaco Maurizio Mangialardi – per questa iniziativa ormai diventata una tradizione. Festeggiare l’Europa significa anche ricordare il grande contributo dato dalla progressiva integrazione delle nazioni del vecchio continente alla promozione e al mantenimento della pace. Proprio per questo motivo, a oltre settant’anni dalla seconda guerra mondiale, il nostro compito è continuare a garantire la convivenza e la solidarietà tra i popoli europei, evitando le spinte disgregatrici che derivano dai populismi. Ma vogliamo anche tutti i Paesi dell’Unione siano sempre più protagonisti dell’accoglienza di chi scappa da guerre e povertà, perché un’Unione forte e democratica non lascia morire le persone, e in particolare i bambini, in fondo al mare”.

“Tutti noi – ha aggiunto il presidente Romano – siamo chiamati a far vivere questo grande sogno e a fermare l’avanzata populista, perché un’Europa divisa è un’Europa che non potrà mai dialogare con il resto del mondo”.

La giornata si è conclusa con un quiz interattivo a risposta multipla che ha visto protagonista una rappresentanza di giovani alunni degli istituti comprensivi “Marchetti” e “Giacomelli”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it