A Maiolati Spontini positivi riscontri per l’anteprima di Michele Zarrillo di “Vivere e rinascere tour”

A Maiolati Spontini positivi riscontri per l’anteprima di Michele Zarrillo di “Vivere e rinascere tour”A Maiolati Spontini positivi riscontri per l’anteprima di Michele Zarrillo di “Vivere e rinascere tour”

A Maiolati Spontini positivi riscontri per l’anteprima di Michele Zarrillo di “Vivere e rinascere tour” A Maiolati Spontini positivi riscontri per l’anteprima di Michele Zarrillo di “Vivere e rinascere tour” A Maiolati Spontini positivi riscontri per l’anteprima di Michele Zarrillo di “Vivere e rinascere tour”A Maiolati Spontini positivi riscontri per l’anteprima di Michele Zarrillo di “Vivere e rinascere tour”

MAIOLATI SPONTINI – «Grazie Maiolati Spontini! Sono fortunato ad avere avuto un pubblico così!», parola di Michele Zarrillo che sabato, dopo tre anni e mezzo di stop, ha debuttato, emozionato, con l’anteprima di Vivere e rinascere Tour.

Il Teatro Gaspare Spontini ha accolto l’artista, con un team di eccezionali musicisti, per cinque giorni di prove grazie all’organizzazione dell’Agenzia di consulenza e spettacolo Astral Music di Castelplanio. «Sono sicuro che Zarrillo abbia iniziato nel migliore dei modi il suo tour – afferma il direttore dell’Agenzia Graziano Tittarelli – La serata è stata un vero successo e l’entusiasmo dei fan si è manifestato in tutto il tempo del concerto, durato due ore e mezzo senza pause. Meraviglioso vedere nelle prime file il Fan Club con persone provenienti da tutta Italia per ascoltare il proprio idolo».

Ad applaudire e sostenere Michele Zarrillo anche Sergio Menghini, storico direttore di Radio Subasio; Antonio Colombi, manager e titolare della Color Sound; Alessandro Canini, produttore e amico che lo ha accompagnato alla rinascita; Paolo Notari, giornalista e amico che ha incitato Zarrillo affinché scegliesse Maiolati Spontini come buen retiro per preparare con riservatezza e serenità il concerto in vista della tournée; il sindaco di Maiolati Spontini Umberto Domizioli.

A fine concerto il grazie per l’affetto e il calore del pubblico è stato ulteriormente dimostrato con la disponibilità dell’artista a concedersi ai fan con foto e autografi.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it