Conclusi nel migliore dei modi i congressi dei circoli Pd della Val Metauro

Conclusi nel migliore dei modi i congressi dei circoli Pd della Val Metauro

Conclusi nel migliore dei modi i congressi dei circoli Pd della Val MetauroFERMIGNANO – Conclusi i congressi dei circoli Pd, la coordinatrice di zona Monica Scaramucci di Fermignano esprime grande soddisfazione: <<Ho partecipato – ha detto – a tutti i congressi di circolo della zona  e devo dire che ho apprezzato moltissimo il lavoro fatto dai segretari di circolo, dai rappresentanti chiamati a presentare le varie mozioni e soprattutto il coinvolgimento attivo degli iscritti che si sono dimostrati per l’ennesima volta parte attiva e fondamentale del partito. Ho incontrato tanta gente, persone pensanti che hanno voglia di dire la propria, di confrontarsi e anche discutere animatamente, purché lo si faccia all’interno del partito. In tutti i circoli – rimarca Monica Scaramucci – ho ribadito che questo congresso per noi è un’opportunità, opportunità che oggi in Italia esiste solo in un partito aperto e plurale come il nostro. Ho ascoltato attentamente i rappresentanti delle mozioni di Orlando e Renzi e nei loro interventi ho sentito sottolineare continuamente la parola unità. Accettare le differenze, mantenere il dialogo ed il confronto restando tutti insieme, in sostanza continuare ad essere un partito plurale ed inclusivo.

“ Non dobbiamo dimenticarci che questa è la nostra vocazione, sono i principi ispiratori del progetto Partito Democratico fondato circa undici anni fa. Siamo un partito organizzato, che prende vita dai territori, che con la voce dei territori si alimenta e trae da essi la sua forza. Credo, e ho sempre creduto – conclude la Scaramucci – in un partito che prima di tutto sa essere comunità, che sa essere vicino alle persone e ai bisogni di ciascuno, che condivide ideali ed obiettivi con gli iscritti ed i simpatizzanti da cui trae la forza ed il motivo di esistere. Regole chiare e confronto aperto per un partito che guarda al futuro forte del dialogo ed della condivisione che parte dai territori>>. (eg)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it