Compagnia del Montefeltro, dopo le Marche anche l’Emilia Romagna approva la risoluzione

Compagnia del Montefeltro, dopo le Marche anche l’Emilia Romagna approva la risoluzione

URBINO – Dopo l’approvazione, lo scorso 17 gennaio, da parte del Consiglio Regionale Marche della risoluzione “Compagnia del Montefeltro” presentata dal consigliere Rapa, anche la Commissione Politiche Economiche dell’Emilia Romagna, presieduta da Luciana Serra, ha dato parere positivo alla risoluzione presentata, questa volta da Giorgio Pruccoli e Nadia Rossi, a favore del Progetto Compagnia del Montefeltro e, dunque, alla valorizzazione turistica del territorio e della Regione Storica del Montefeltro che potrà, così, ambire a diventare meta turistica internazionale di alto livello.

E’ stato fondamentale, per l’approvazione della risoluzione, l’intervento del consigliere Pruccoli il quale, descrivendo il progetto e la sua importanza, ha ricordato come la Compagnia del Montefeltro sia costituita, già dal 2011 anno di partenza, da soggetti pubblici e privati, con lo scopo di dare vita a un prodotto, basato sulle specificità dell’identità storica, culturale e produttiva del territorio, da promuovere sul mercato nazionale e internazionale come PRODOTTO TURISTICO a tutti gli effetti. Dato che l’ambito territoriale preso in considerazione dal progetto è quello del ‘Montefeltro storico’, cioè una formazione di 22 Comuni situati sia nelle Marche che in Emilia Romagna che nella Repubblica di San Marino, lo stesso Pruccoli ha chiesto alla Regione di promuovere un accordo con la Regione Marche e la Repubblica di San Marino per lo sviluppo turistico e sociale di quel territorio anche attraverso la valorizzazione del ruolo del parco interregionale del Sasso Simone e Simoncello.

<L’approvazione di questa risoluzione _ spiega Giorgio Bartolini, direttore Confesercenti Montefeltro, uno dei partner attivi nella costituzione del progetto _ anche in Emilia Romagna rappresenta un risultato importante per il quale non posso che ringraziare, a nome mio e di tutti coloro che sono coinvolti nel progetto, i consiglieri. Si tratta, infatti, del primo passo utile per una futura collaborazione tra istituzioni sul territorio feltresco>.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it