SENIGALLIA / Nella cantina Vigna degli Estensi di Roncitelli presentata la prima bollicina “Brut Rosè di Lacrima”

SENIGALLIA / Nella cantina Vigna degli Estensi di Roncitelli presentata la prima bollicina “Brut Rosè di Lacrima”

di SIMONETTA SAGRATI

SENIGALLIA – Il marito enologo per passione, la moglie docente di matematica al Panzini, nel 2011 lasciano Ferrara e decidono di investire il proprio futuro ed i propri sogni in terra marchigiana apprezzando le qualità e le potenzialità ancora inespresse del territorio e nasce così  “Vigna degli Estensi”.

Una  azienda vitivinicola che basa la propria filosofia su alcuni principi fondamentali: passione per i grandi vini, quella che li ha condotti dalla pianura ferrarese alle splendide colline marchigiane; rispetto per l’ambiente, con la conversione al biologico e un fornitore di energia elettrica che utilizza esclusivamente fonti rinnovabili; etica di produzione condivisa con la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti a cui hanno aderito; valorizzazione del territorio, che li ha portati ad associarci a Terre di Frattula.

La scorsa settimana, si è svolta presso la cantina Vigna degli Estensi a Roncitelli di Senigallia la presentazione del prima bollicina “Brut Rosè di Lacrima” realizzata con una tecnica particolare.

Erano presenti all’evento il sindaco di Senigallia Mangialardi e parte del suo staff, sempre attenti a questi eventi volti alla valorizzazione dei prodotti e delle eccellenze locali.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it