SENIGALLIA / Giorgio Sartini: “Sono ritenuto insopportabile perché chiedo trasparenza, anche sulla piscina delle Saline”

SENIGALLIA / Giorgio Sartini: “Sono ritenuto insopportabile perché chiedo trasparenza, anche sulla piscina delle Saline”

SENIGALLIA / Giorgio Sartini: “Sono ritenuto insopportabile perché chiedo trasparenza, anche sulla piscina delle Saline”di GIORGIO SARTINI*

SENIGALLIA – A Senigallia chi porta alla luce del sole numeri e dati concreti, sgraditi agli amministratori, diventa oggetto di esplicita intolleranza e poi non “viene più sopportato”.

  • Dire che è incomprensibile che dai rendiconti depositati in Comune emerga che la UISP ha gestito la piscina delle Saline “rimettendoci” ogni anno oltre 50.000,00 euro, rende il sottoscritto insopportabile;
  • dire che in realtà la UISP per anni ha guadagnato centinaia di migliaia di euro con la gestione della piscina, rende il sottoscritto insopportabile;
  • dire che ad oggi la UISP ha accumulato una disponibilità liquida di oltre 1.200.000,00 euro, come dimostra l’ultimo conto patrimoniale approvato, rende il sottoscritto insopportabile;
  • dire che la gestione della piscina nel 2016 ha comportato un saldo attivo di oltre 140.000,00 per la UISP, mentre il Comune ha speso oltre 130.000,00, rende il sottoscritto insopportabile;
  • dire che nei rendiconti di gestione presentati al Comune, la UISP non ha dichiarato l’ammontare complessivo degli incassi, rende il sottoscritto insopportabile.

Ma a parte le dichiarazioni di insofferenza, sono soddisfatto perché il sindaco ha dichiarato che il Comune farà una gara pubblica o avvierà un progetto di finanza, rispettando quanto prescritto dal Codice degli appalti: meglio tardi che mai, aggiungo, perché è dal 2013 che si sarebbe dovuto procedere ad una gara d’appalto.

I cittadini attendono una corretta ed oculata gestione del patrimonio comunale.

*Consigliere comunale Senigallia Bene Comune

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it