Sabato e domenica tornano le giornate del Fai. A Senigallia si andrà alla scoperta della nuova piazza Garibaldi

Sabato e domenica tornano le giornate del Fai. A Senigallia si andrà alla scoperta della nuova piazza Garibaldi

Sabato e domenica tornano le giornate del Fai. A Senigallia si andrà alla scoperta della nuova piazza Garibaldi

SENIGALLIA – Il 25 e il 26 marzo tornano le giornate di Primavera del Fondo Ambiente Italiano, l’appuntamento per scoprire e riscoprire il patrimonio di bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche del nostro territorio. Anche quest’anno tante le visite organizzate nel territorio dal gruppo Fai di Senigallia.

A Senigallia, i visitatori andranno alla scoperta della nuova piazza Garibaldi, che rievoca il periodo più splendido della fiera franca e si colloca al centro dell’ampliamento urbano voluto da papa Lambertini alla metà del Settecento. Come evento collaterale, sarà possibile visitare la mostra fotografica di Ferruccio Ferroni, uno dei protagonisti del gruppo Misa, allestita al Museo comunale d’arte moderna, dell’informazione e della fotografia. Inoltre, sarà possibile visitare anche  la Sala delle Medaglie a Palazzo Mastai Ferretti, che oggi ospita il museo Pio XI. Le visite guidate saranno curate dagli Apprendisti Ciceroni del liceo classico “Perticari”.

“Voglio ringraziare il Fai e in particolare Eleonora Sabatini, capo gruppo del Fai di Senigallia – afferma il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi – per aver scelto la nostra piazza ritrovata, quella piazza Garibaldi divenuta oggi, dopo la riqualificazione, uno dei luoghi più belli e suggestivi delle Marche. Grazie anche al Musinf e al direttore Bugatti che quest’anno collaborerà alla manifestazione aprendo la sede del museo per la mostra di Ferruccio Ferroni, ma soprattutto grazie ai ragazzi che in questi due giorni, nella veste di Apprendisti Ciceroni, si impegneranno con il loro entusiasmo e la loro competenza ad arricchire l’esperienza dei visitatori”.

“I ragazzi – aggiunge Manuela Francesca Panini, capo delegazione del Fai di Ancona –  sono fondamentali per far funzionare questo sistema che da 25 anni unisce l’Italia permettendo di aprire e riscoprire tanti luoghi del nostro patrimonio culturale. Questo loro donare conoscenza è un atto di amore”.

“Un incontro molto atteso – conclude l’assessore alla Cultura Simonetta Bucari – che fa da preludio alla primavera e che quest’anno interesserà uno degli scorci più belli della nostra città, con le visite ai vari edifici che si affacciano su piazza Garibaldi”.

Come nelle scorse edizioni, il gruppo Fai di Senigallia promuoverà delle visite guidate anche nei comuni limitrofi. A Ostra Vetere sarà aperta al pubblico la chiesa di Sant’Antonio al Borgo, fondata nei primi anni del Seicento da Giovanni Battista Peruzzi e solitamente non fruibile in quanto situata all’interno di una abitazione privata. A Ostra, il Fai proporrà la visita a Palazzo Pericoli, uno dei più imponenti edifici gentilizi che si affacciano sulla via principale del centro storico: la sua costruzione risale al 1723 su commissione del giurista urbinate Giuseppe Sanzi e dei suoi fratelli. A Ostra, inoltre, sarà possibile visitare anche la chiesa dei Santi Giuseppe e Filippo Neri, mentre al refettorio delle Clarisse ci sarà la mostra fotografica intitolata “L’occhio curioso dei ragazzi”, dedicata alla città dagli studenti della scuola “Menchetti”. A Barbara, invece, si andrà alla scoperta del castello e della chiesa comunale seicentesca dedicata a Santa Barbara. Infine, a Corinaldo sarà possibile visitare Palazzo Brunori, dove spiccano le decorazioni delle pareti e dei soffitti.

In tutti i Comuni le visite si svolgeranno secondo i seguenti orari: sabato 25, dalle ore 15 alle ore 18,30, domenica 20, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle  15 alle ore 18,30.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it