OSTRA VETERE / Le insegnanti della Scuola dell’Infanzia aggredite questa mattina da alcuni migranti

OSTRA VETERE / Le insegnanti della Scuola dell’Infanzia aggredite questa mattina da alcuni migranti

OSTRA VETERE / Le insegnanti della Scuola dell’Infanzia aggredite questa mattina da alcuni migrantiOSTRA VETERE – Le insegnanti della Scuola dell’Infanzia Luca Lombardi di Ostra Vetere sarebbero state aggredite questa mattina da alcuni migranti ospitati in paese. Sul posto, a quanto è dato sapere, sono dovuti intervenire anche i carabinieri della locale Stazione.

Il consigliere comunale del Patto per Ostra Vetere, Luca Marini, appena appresa la notizia di quanto accaduto, ha subito interessato, con una interrogazione, il sindaco di Ostra Vetere, Luca Memè.

Nell’interrogazione il consigliere comunale Luca Marini premette “che nella tarda mattinata di oggi, lunedì 20 marzo, sono venuto a conoscenza del fatto che le maestre della Scuola dell’Infanzia Luca Lombardi sono state oggetto di una aggressione da parte di alcuni migranti e che sono dovuti intervenire i carabinieri”.

Quindi il consigliere Luca Marini interroga il Sindaco e la Giunta comunale “per sapere cosa sia effettivamente accaduto e quali provvedimenti intendano intraprendere per garantire l’incolumità degli operatori e dei bambini che frequentano la suddetta struttura scolastica”. Il consigliere comunale Luca Marini richiede a Sindaco e Giunta una risposta scritta e urgente.

Per l’ex sindaco di Ostra Vetere, Massimo Bello, si tratta di “un episodio gravissimo che, se confermato, non ha alcuna giustificazione”.

“L’Amministrazione comunale – afferma sempre Massimo Bello – che ha acconsentito, firmando ‘inconsapevolmente il protocollo con la Prefettura’ (laddove avrebbe potuto non farlo), all’ospitalità di un gruppo numeroso di migranti nel proprio territorio comunale, ha dimostrato ‘superficialità e approssimazione’, non tenendo conto delle conseguenze di tale adesione all’accoglienza di questa gente ’senza regole certe’ per il territorio ospitante. Conseguenze, che sono il frutto di una mancanza di ‘controllo effettivo’ di individui, che da mesi ‘vagabondano’ indisturbati.

“Il sindaco Memè – afferma sempre Massimo Bello – è stato pronto e solerte a firmare il protocollo, ma allo stesso tempo non è stato puntuale e capace di prevenire e di dare indirizzi precisi per preservare ‘sicurezza e ordine pubblico’ in seno alla comunità cittadina. E questo è il risultato. Per fortuna che ci sono i nostri carabinieri della Stazione dell’Arma di Ostra Vetere. Bene ha fatto il consigliere Marini a presentare un’interrogazione urgente in proposito”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it