MAROTTA / Giovedì pomeriggio alla Cri incontro con Rolando Ramoscelli sulla carne che portiamo in tavola

MAROTTA / Giovedì pomeriggio alla Cri incontro con Rolando Ramoscelli sulla carne che portiamo in tavola

MAROTTA / Giovedì pomeriggio alla Cri incontro con Rolando Ramoscelli sulla carne che portiamo in tavola

MAROTTA – Giovedì 23 febbraio, alle ore 17,  alla Sala Convegni della Croce Rossa di Marotta (Viale Europa, 1),  il Circolo Culturale Marotta propone l’incontro:”La carne che portiamo in tavola. il bovino marchigiano”. con Rolando Ramoscelli chef, enogastronomo narratore.

La presidente del Circolo Ersilia Riccardi sottolinea quanto sia importante conoscere ciò che si mangia. Sempre più persone – aggiunge -,  considerano il mangiare  più  uno strumento per migliorare il proprio benessere che un piacere della vita.

Si privilegiano così alcuni prodotti invece di altri soprattutto per alcune qualità benefiche che vengono pubblicizzate.

Il 58% degli italiani è convinto che gran parte delle malattie siano dovute a un’alimentazione sbagliata.

Questo può certamente avere un fondo di verità soprattutto se non riusciamo a mantenere, nella società del cibo industriale, il legame tra l’alimento e la filiera che lo ha prodotto.

Con la convinzione, inoltre,  del “mangia che ti fa bene” utilizziamo  alcuni cibi dove sono stati tolti determinati principi. Per esempio:  senza lattosio, senza glutine, senza grassi, senza zuccheri e così via.

Si genera così la paura di perdere il controllo del cibo e il piacere della tavola.

Il relatore Ramoscelli ci dimostrerà che il piacere e la salute non si oppongono ma al contrario si rafforzano a patto di sapere cosa stiamo mangiando.

Rolando Ramoscelli, classe ’48, nativo di Fossombrone, appassionato di pittura, poesia, fotografie e auto d’epoca, nonché autore di libri a tema enogastronomico, è riconosciuto quale Ambasciatore dell’ Enogastronomia delle Marche, nonché profondo conoscitore di materie prime, realtà popolari e memorie locali.

I suoi piatti, come i suoi tantissimi libri scritti a quattro mani con il giornalista ed amico Gianfilippo Centanni, raccontano di un passato quanto mai prezioso nel panorama attuale, dominato troppo spesso dalla cucina-spettacolo.

Alcune frasi di Rolando, che riassumono la sua filosofia e personalità:
… La cucina delle Marche, spaziando dal mare alla montagna, è una delle più complete, capace di soddisfare tutti i palati, dai primi piatti ai dolci…
… Be’, in effetti dormo poche ore per notte, ma il motore vero di tante mie
attività è la passione, senza quella non si combina nulla…

La serata si concluderà, come da consuetudine,   al Ristorante “Da Rolando” a San Costanzo, dove gli chef Palmina e Rolando  prepareranno la  cenetta  del giovedì grasso secondo la  tradizione marchigiana. Un modo  per trascorrere in tanti una serata di carnevale.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it