A Fano una bella riunione di boxe per ricordare degnamente Iacopo Monaldi

A Fano una bella riunione di boxe per ricordare degnamente Iacopo Monaldi

A Fano una bella riunione di boxe per ricordare degnamente Iacopo Monaldi

di MARCO MINARDI

FANO – Si è svolta a Fano una riunione di pugilato dilettantistico, organizzata dalla Società Audax Boxe delle Marche. L’evento ha visto impegnati 16 pugili, provenienti oltreché dalle Marche anche dall’Abruzzo e dall’Emilia Romagna. Tra gli otto incontri,  anche  uno di pugilato femminile e uno di livello élite.

La giornata è stata particolarmente  ricca di emozioni. Innanzitutto perché sono state premiate alcune autorità, che hanno contribuito ad organizzare la manifestazione:  Alfredo Pacassoni e Maria Flora Gianmarioli (presidente) a rappresentare l’Ente carnevalesca fanese e Caterina Del Bianco, l’assessore allo sport, in rappresentanza del Comune di Fano.

Inoltre è stato premiato il Campione Europeo dei pesi medi, Emanuele Blandamura, testimonial dell’evento.

A metà riunione è stato commemorato il campione regionale  dell’Audax, Iacopo Monaldi, deceduto a soli 24 anni in seguito ad un incidente stradale. È stato un momento toccante; oltre ad un minuto di silenzio, in suo onore è stata ritirata la sua canotta da combattimento. Il folto pubblico che ha gremito la Palestra Venturini, all’interno della quale si sono svolte le gare, si è commosso ed ha a lungo applaudito.

Dal punto di vista agonistico gli incontri sono stati interessati e spettacolari. Come per esempio il derby marchigiano tra il pesarese Poggiaspalla – 60 kg – (Boxingclub Pesaro), accompagnato all’angolo, oltre che dal Maestro Raspugli anche dal tecnico nonché pugile, Vergoni, e l’anconetano Karimi, appartenente alla Nuova P. Dorica. Il match è stato caratterizzato da continui ribaltamenti di fronte, ma Karimi grazie ad una maggiore velocità risultava più efficace e pertanto ha meritatamente vinto l’incontro.

Molto bello anche se un po’ drammatico, il secondo match in programma vinto dall’abruzzese D’addazio – 69 kg – che ha messo in mostra un pugno alla Monzon ed ha costretto l’anconetano Orena (Upa Ancona) alla resa anticipata all’inizio del terzo round per Ko.

Particolarmente seguito è stato poi il match tra le due ragazze: la Bracciolini – 69 kg – (Nike Fermo) contro la Leardini (Ring Side Rimini). Un match tattico, durante il quale la Leardini ha tentato di anticipare l’avversaria facendo valere un maggiore allungo, mentre la Bracciolini ha provato a prevalere, cercando di tagliarle la strada. Alla fine i giudici hanno premiato la fermana in quanto ha cercato con maggiore convinzione la vittoria.

Molto tattico anche l’unico incontro élite in cartellone, vinto comunque dal fanese Pagnoni – 75 kg – (Audax) all’esordio a questo livello.  Il premio al match più spettacolare è da attribuire a quello disputato  tra Bacchiocchi – 69 kg – (Audax) e Essalhi (Nike). La vittoria è andata al fanese, che tra l’altro conquista così il pass negli élite, ma Essalhi ha dimostrato di essere uno dei migliori senior della sua categoria nelle Marche.

I risultati degli altri match: Puddu – 75 kg – ( Pugilistica Rosetana) batte Grossi (Pol. Riccione); Baldoni – 75 kg – (UPA Ancona) batte Baraldi (Audax);  Omiccioli – 65 kg – (Audax) batte Astolfi (Pug. Tortoreto). Commissario di riunione   il dottor Mario Rossi; medico a bordo ring il dottor Carminio Gambacorta; giudici e arbitri: Lorenzo Fiordelmondo, Sauro Di Clemente, Alberto Lupi e Gianluca Ellena.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it