URBINO / Arriva la musica romantica dell’Ottocento con Umberto Clerici e la Form

URBINO / Arriva la musica romantica dell’Ottocento con Umberto Clerici e la Form 

Il violoncellista torinese martedì sera al Teatro Raffaello Sanzio con le più belle melodie di Čajkovskij e Schumann

URBINO – Un concerto che rende omaggio alla musica romantica dell’800. Martedì 24 gennaio, alle 21, al Teatro Raffaello Sanzio di Urbino arrivano il violoncellista Umberto Clerici e l’Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Il programma inizia con una breve composizione di Woldemar Bargiel, l’Adagio per violoncello e orchestra op.38 che con la sua vena sognante e delicata, con la sua alternanza stilistica e di atmosfere fa da introduzione a una delle pagine più struggenti ed emozionanti della storia della musica: il concerto per violoncello e orchestra op.129 in la minore. L’opera di Robert Schumann incede con violenza e passionalità in un continuum ininterrotto di temi e melodie fino ad esplodere in un drammatico dialogo tra strumento ed orchestra. Un capolavoro tra i più noti e conosciuti dal pubblico.

A chiudere il concerto è la leggerezza splendida e malinconica della celebre Serenata per archi in do maggiore op. 48 di Čajkovskij, interpretata dal violoncellista, in veste di solista e direttore.

Umberto Clerici da diversi anni si esibisce in giro per il mondo, nelle sale più prestigiose d’Europa e d’America. Vincitore di numerosissimi riconoscimenti, tra cui il “Rostropovich” di Parigi, è anche l’unico violoncellista italiano (oltre a Mario Brunello) a essere stato premiato nel celebre Concorso Čajkovskij di Mosca.

Il concerto è realizzato in collaborazione con AMAT. Info biglietteria 0722/2281.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it