Serra de’ Conti ricorda commossa Aldo Ricci, grande protagonista del calcio locale

Serra de’ Conti ricorda commossa Aldo Ricci, grande protagonista del calcio locale

Serra de’ Conti ricorda commossa Aldo Ricci, grande protagonista del calcio locale SERRA DE’ CONTI – Aldo Ricci è stato una figura di grande rilievo nel settore calzaturiero di Serra de’ Conti avendo fondato oltre cinquanta anni orsono il Calzaturificio “ VRP “ insieme a Venturi Quattrini Gaetano e Franco Petrolati. Nel giro di pochi anni l’Azienda si è ingrandita spostandosi in un ampia struttura e potenziando il numero delle maestranze. Aldo, rimasto solo alla guida del “ VRP “, riuscì ad ottenere grandi successi sa sul mercato italiano che internazionale con marchi quali “ Janet&Janet ” .

Aldo da alcuni anni aveva lasciato le redini dell’Azienda ai suoi tre figli anche se la sua presenza era quasi quotidiana così come è stato il 30 novembre, giorno in cui attorno alle ore 21 è deceduto nella propria abitazione. Aldo è anche stato per molti anni alla guida della locale squadra di calcio dell’allora Società Sportiva “ Augusto Novelli “ e Sandro Appolloni, uno dei suoi Dirigenti, così lo ricorda. “ Con Aldo Ricci Serra dè Conti perde il presidente primo in classifica negli anni in carica. La sua  è una bella storia di sport che ha inizio nella stagione sportiva 1977/1978, quando per la prima volta assume un incarico  ufficiale quale copresidente insieme ad Alessandro Capitani.

L’anno successivo assume la presidenza che si protrae fino alla stagione 1989/1990 con due intervalli che lo hanno visto sempre protagonista ma con la presidenza assunta da altri. L’era Aldo Ricci incomincia con una stagione memorabile,  La  Società Sportiva ‘ Augusto Novelli ‘  vince il suo primo campionato della storia ed è promosso per la prima volta in prima categoria. Ma la data indimenticabile per tutti gli sportivi di Serra dè Conti e dintorni resta 1l 25 aprile 1979 quando al rinnovato capo sportivo Augusto Novelli va in scena la Nazionale Militare che incontra una selezione locale. Aldo aveva fortemente voluto questa manifestazione e si era impegnato moltissimo nell’organizzazione.

Naturalmente spalti gremitissimi per ammirare i vari Prandelli, Greco, Marocchino e tanti altri personaggi di prima piano del periodo. Radio  TV  stampa locale per un giorno focalizzati su Serra de’ Conti. Sarebbero sufficienti questi due momenti sportivi per consacrare la carriera dirigenziale di Aldo Ricci. L’avventura – prosegue Sandro – continua ancora per una decina di anni con l’alternarsi di  stagioni buone ( la maggioranza ) ad altre un po’ meno, come è naturale che sia. Ma quello che non è mai mancato è stato il sano spirito sportivo che animava sempre il nostro presidente. E’ stato bello camminare insieme a te in tutti questi anni portando con noi il rispetto per tutti, avversari compresi, la voglia di esserci, la gioia di partecipare. Non si ricordano reazioni scomposte o attacchi sconsiderati  ad avversari o arbitri nemmeno dopo una sconfitta inattesa. Ogni situazione si accettava  sempre in virtù della buona fede e del giusto senso dello sport.

Si ricordano invece incontri sporadici diventate amicizie importanti (moltissime), compagni di viaggio solo per una stagione che ad ogni ritrovarsi è una vera festa. Insomma caro Aldo sei stato protagonista del periodo più bello della nostra storia sportiva e forse anche per questo che la stagione 1889/1990, l’ultima   da presidente si conclude con la vittoria del campionato, così proprio come la prima. Ti salutiamo con il sorriso che non hai mai perso nemmeno nei momenti difficili”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it