SENIGALLIA / La tradizione del Natale in un incontro a San Rocco

SENIGALLIA / La tradizione del Natale in un incontro a San Rocco

SENIGALLIA / La tradizione del Natale in un incontro a San Rocco

SENIGALLIA – L’amore è per Shakespeare l’unica ricchezza di cui disponiamo. Diverse infatti sono le forme in cui l’amore si presenta, svelando verità umane indimenticabili.

Il Natale della nostra tradizione ritorna ogni anno a portare nel cuore l’amore universale del venire al mondo e dello stare al mondo, un sentimento che unisce l’umanità intera.

Sabato 17 dicembre all’Auditorium San Rocco si può essere partecipi di questa insostituibile ricchezza, che ci porta a vedere la realtà migliore della nostra vita.

“Amore che si muore … Amore che si vive” porta tra il pubblico non solo le poesie più belle, dai sonetti di quattrocento anni fa, tramite Shakespeare, ai giorni nostri, ma una scaletta di sentimenti tra passione e mitezza, amore e affetto, la parte della nostra natura più autentica.

Nella prima  parte di questo incontro, Sonetti in lettura, Video e Versi dal libretto vicentino “Montecchi e Capuleti”, Intermezzo teatrale con LAURA NIGRO  e FRANCO PATONICO, Reading di Paolo Baldini e Donatella Angeletti.

Nella seconda parte, Video e Letture da “Cantastorie” di FRANCO PATONICO,  con LAURA NIGRO.

MARCO POETA interpreterà brani del liutista inglese (‘500 Elisabettiano) JOHN DOWLAND (Coetaneo di Shakespeare) e brani strumentali inediti di sua composizione.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it