MOIE / All’Abbazia Benedettina di Santa Maria torna il presepio vivente

MOIE / All’Abbazia Benedettina di Santa Maria torna il presepio vivente

MOIE / All’Abbazia Benedettina di Santa Maria torna il presepio vivente

MOIE / All’Abbazia Benedettina di Santa Maria torna il presepio viventeMOIE / All’Abbazia Benedettina di Santa Maria torna il presepio vivente

MOIE – Sta per tornare nella splendida cornice dell’Abbazia benedettina di Santa Maria di Moie il Presepe vivente, in programma nelle date del 26 dicembre 2016, 6 e 8 gennaio 2017, dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Saranno circa 100 i figuranti che, in abiti appositamente realizzati, diventeranno i protagonisti della vita che c’era al tempo di Gesù. La rappresentazione del presepio vivente è ormai una lunga tradizione che a Moie ha preso il via nel 1992, da un’idea di Maria Latini volontaria del Gruppo Carmelo nel Mondo.

Nel riproporre la rievocazione della nascita di Cristo, gli autori dei presepi passati e i giovani che si sono aggiunti hanno voluto ambientare la rievocazione nella nostra provincia, riportandola indietro di qualche secolo, riproponendo la storia dei costumi e delle tradizioni locali, delle arti e dei mestieri del tempo,  indicando così il senso autentico del Natale.

Cosi vedremo cose custodite nella memoria di qualche nonno, come il macinare il grano con la pietra, il fare e cuocere il pane in casa, il filare la lana, il tessere, poi il mestiere del taglialegna, del calzolaio, dell’arrotino, di chi lavora e scolpisce la pietra; tutto passato da tempo, e tutto ancora vivente nel lavoro di coloro che non solo volevano stupirci con il loro impegno e lavoro nel ricostruire una cascata e la ruota di un vecchio mulino, con lago, papere che nuotano, e pescatori che pescano, ma interpretare e vivere in tal modo il luogo e il senso della nascita di Cristo.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: