“Ecco le proposte del M5S per rilanciare Marotta e Mondolfo”

“Ecco le proposte del M5S per rilanciare Marotta e Mondolfo”

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Silvana Emili e Giovanni Berluti elencano le priorità indicate dai cittadini

MONDOLFO – Dai consiglieri comunali del M5S Silvana Emili e Giovanni Berluti riceviamo: “Il M5S, come indicato nel proprio programma elettorale scritto con i cittadini, da giugno ha proposto la quasi totalità delle mozioni ed interpellanze discusse in Consiglio Comunale, che purtroppo ad oggi, sono state tutte respinte dalla maggioranza, ed hanno riguardato: sicurezza della costa, richiesta al Comune di una presa di posizione in merito alla questione Ospedale Unico, richiesta aggiornamento Piano di emergenza comunale (respinta anche se a tutt’oggi il piano non è aggiornato con gli elaborati previsti dalla legge), prevenzione allagamenti, riduzione rischio idraulico, stato della trattativa sulla chiusura passaggio a livello, richiesta attivazione nuova app per Decoro urbano, proposta di scelta scrutatori tra disoccupati. Tali proposte, seppur in parte presenti anche nel programma elettorale dell’attuale maggioranza, sono state tutte respinte senza un approfondimento o una approvazione anche parziale, e questo a nostro parere limita la crescita di tali progetti e iniziative che, come ha dimostrato la maggioranza votando contro, al momento non sono tra le priorità dell’attuale Amministrazione. Ci sono poi state presentate le linee di programma di mandato, che purtroppo a nostro parere è stato solo un copia ed incolla del programma elettorale. Ci aspettavamo di sentire invece gli obiettivi precisi e misurabili che ogni nuova amministrazione ha intenzione di raggiungere nei cinque anni di mandato, indispensabile per intercettare le giuste
risorse e per dare un cambio di rotta alla politica del territorio.
“Aggiungiamo inoltre che al momento è in corso di pubblicazione la modifica dello Statuto comunale a proposito della quale il M5S se da una parte condivide l’istituzione del Consiglio dei Bambini, dall’altra ha presentato una serie di osservazioni volte a garantire che la proposta di creazione delle nuove cariche di consiglieri delegati non comportino un aggravio di spesa per il bilancio comunale, tenuto conto che l’attuale amministrazione ci costerà 60.000 euro in più per i prossimi cinque anni. Il M5S ha inoltre richiesto di introdurre strumenti di partecipazione popolare importanti, già sperimentati in altri Comuni del nord Italia, quali l’ inserimento del bilancio partecipato, in cui siano i cittadini o associazioni in modo trasparente a decidere insieme all’Amministrazione come destinare parte delle risorse di bilancio e in che progetti investire.
“Abbiamo richiesto anche l’introduzione del quorum zero nei referendum popolari per evitare che le soluzioni più importanti per il territorio vengano decise ascoltando i cittadini e non solo ed esclusivamente da parte della Giunta e del Consiglio comunale; infine abbiamo proposto di mantenere l’attuale articolo che obbliga a consultare i comitati e le associazioni del territorio prima di dare corso alla modifica dello statuto, strumento che l’attuale maggioranza vuole abrogare.
Ribadiamo che il M5S continuerà a presentare le proposte presenti nel proprio programma elettorale e a sollecitare la maggioranza sui temi più rilevanti, maggioranza che ci piacerebbe più attenta ai problemi urgenti dei cittadini e
permetta a questi ultimi di prendere parte alle decisioni più importanti per il territorio; per questo all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale abbiamo chiesto che finalmente anche nel Comune di Mondolfo i cittadini possano assistere
in diretta streaming al Consiglio Comunale, e abbiamo presentato una mozione affinché venga completato il censimento degli edifici contenenti amianto per procedere alla relativa bonifica”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it