La ferrovia Fano-Urbino, per Boris Rapa serve un progetto ambizioso

La ferrovia Fano-Urbino, per Boris Rapa serve un progetto ambizioso

La ferrovia Fano-Urbino, per Boris Rapa serve un progetto ambizioso

ANCONA – “In merito alla mozione n. 162 discussa ieri in aula sull’ “Applicazione della mozione n. 17 già discussa il 18 settembre 2015”, circa la linea ferroviaria Fano-Urbino e presentata dal consigliere Biancani, ho ritenuto opportuno sottoscriverla – afferma  Boris Rapa del  Gruppo “Uniti per le Marche” – poiché essa rappresenta un elemento di novità, di discontinuità rispetto alle posizioni precedentemente assunte da alcuni esponenti del PD, nei confronti della suddetta linea ferroviaria.

“Infatti, se prima vi era un indirizzo politico rispetto all’utilizzo della sede ferroviaria per la realizzazione di una pista ciclabile oggi, con  questa mozione si riapre  una ipotesi di possibile ripristino della linea ferroviaria.  C’è quindi un nuovo interesse che sinceramente non si può non condividere, considerata la posizione politica  a lungo sostenuta dal gruppo Uniti per le Marche e dai Socialisti.

“Ritengo altrettanto opportuno, visto che non ho mai vestito la maglia del “partigiano” pro pista ciclabile contro la ferrovia, o pro ferrovia contro la pista ciclabile, che si guardi ad un progetto complessivo di riorganizzazione infrastrutturale del territorio, piuttosto che ad uno scontro “ideologico” tra la ciclabile e la ferrovia. Occorre pertanto avere una visione lungimirante, che contempli non solo entrambe le soluzioni, ma guardi anche ad altre reti infrastrutturali, come banda larga, fibra ottica ecc., indispensabili per il territorio. Quindi, ritengo necessario superare il concetto dello scontro tra due idee – conclude  Boris Rapa del  Gruppo “Uniti per le Marche” – e guardare ad un progetto complessivo che tenga in considerazione più opportunità”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it