MOIE / In Africa un grande progetto scolastico de “Il battito che unisce”

MOIE / In Africa un grande progetto scolastico de “Il battito che unisce”

In Africa un grande progetto scolastico de "Il battito che unisce" di Moie

MOIE – Presso la missione carmelitana di Chang’Ombe è operativa una scuola dell’infanzia dai 3 ai 6 anni. Attualmente si stanno raccogliendo fondi per ampliarla affinché possa ospitare anche bambini dai 7 ai 13 anni. Tale scuola è propedeutica a quella che sorgerà a Bagamoyo, villaggio Mapinga, che l’Associazione moiarola “Il Battito che Unisce” onlus, insieme ad altri benefattori, contribuirà a finanziare. Qui la scolarizzazione proseguirà per i ragazzi dai 13 ai 18 anni. 

Il progetto comprende la costruzione di un edificio scolastico per circa 500 allievi, mensa, dormitorio, aula magna, piccolo alloggio che ospiterà le insegnanti e poi le suore, dispensario medico, pozzo per l’acqua completo di pompe e cisterne, impianto fotovoltaico realizzazione degli orti.
Le scuole materna ed elementare di Chang’ombe  richiamano molti studenti benestanti di ogni credo, perché i genitori apprezzano l’elevata qualità dell’insegnamento.
Grazie alle rette pagate dagli studenti benestanti, è possibile accogliere gli studenti  meno abbienti e  garantire  l’autofinanziamento della scuola.
Il Campus scolastico di  Mapinga, dove gli studi potranno proseguire fino ai 18 anni, sarà gestito seguendo questo modello virtuoso, quindi: una volta costruito, genererà da sé le risorse economiche di cui necessita per  garantire il proprio funzionamento e un’istruzione a chi altrimenti non potrebbe permettersela.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it