FANO / Rifiuti elettrici ed elettronici, Aset Spa coinvolge le scuole

FANO / Rifiuti elettrici ed elettronici, Aset Spa coinvolge le scuole

Una gara per diffondere la cultura della raccolta differenziata

FANO / Rifiuti elettrici ed elettronici, Aset Spa coinvolge le scuole

FANO – Funziona alla grande la raccolta tra gli studenti delle scuole fanesi di rifiuti ed apparecchiature elettroniche ed elettriche, i RAEE, alla quale sono abbinati dei premi in una virtuosa gara ambientale: l’iniziativa di Aset Spa ha come obiettivo quello di sensibilizzare gli studenti e le loro famiglie a raccogliere in modo consapevole materiali non più funzionanti come radio, cuffie, calcolatrici, caricabatterie, giochi elettrici, rasoi elettrici, mouse, tastiere del computer, videocamere, friggitrici, telefoni, smartphone, notebook, tablet, tostapane, ferri da stiro, sveglie, orologi, phon.

L’iniziativa è rivolta in via prioritaria agli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, che hanno la possibilità di depositare gli oggetti in appositi contenitori che Aset ha consegnato agli istituti. “La risposta che stiamo ricevendo è assolutamente positiva – ha dichiarato Lucia Capodagli, presidente di Aset -: nei ragazzi c’è una straordinaria consapevolezza dell’importanza della raccolta differenziata e riescono a trasferirla ai loro genitori, ai parenti, creando un circolo virtuoso di cittadini sempre più attenti al tema del corretto conferimento dei rifiuti, della necessità di una raccolta differenziata e dell’utilità del riciclo”.

La fine di un ciclo di un elettrodomestico è una conseguenza inevitabile, ma come e dove gettare gli oggetti non è sempre chiaro. “Qui entra in gioco l’Aset – spiega la Capodagli -: il nostro personale è impegnato direttamente nelle scuole per spiegare come differenziare quel tipo di materiali e come poter partecipare a una sorta di gara tra le scuole della nostra area di competenza, che si concluderà il 30 maggio 2017”.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it