FALCONARA / Mercoledì riparte il Piedibus per la scuola

FALCONARA / Mercoledì riparte il Piedibus per la scuola

FALCONARA / Mercoledì riparte il Piedibus per la scuolaFALCONARA / Mercoledì riparte il Piedibus per la scuola

FALCONARA – Riparte  mercoledì il PIEDIBUS, che coinvolgerà fino a giungo 2017 gli alunni della Scuole Primarie di Falconara. Il piedibus è un autobus umano composto da una carovana di bambini in movimento accompagnati da adulti (genitori, nonni, volontari),, con capolinea, fermate, orari e un suo percorso prestabilito. E’ il modo più sicuro, ecologico, divertente e salutare per andare a scuola. Si tratta di un progetto gratuito rivolto ai bambini residenti entro 800 metri dalla propria scuola che l’Amministrazione comunale porta avanti da 7 anni.

A Falconara ha riscosso notevole interesse da parte delle famiglie e da parte dei bambini.

Ha visto una partecipazione costante e numerosa sia come adesioni al servizio, sia come numero di genitori disponibili a fare gli accompagnatori. Questo progetto intende inserirsi come azione rivolta alle famiglie e teso a migliorare la qualità della vita e ridurre il traffico davanti ai plessi scolastici. Affinché il ruolo dei cittadini/bambini sia davvero decisivo nella protezione dell’ambiente bisogna innanzi tutto promuovere attività di educazione e informazione e azioni tese a promuovere il senso di appartenenza all’ambiente stesso. Concetti molto cari anche a Luca Laurenzi, recentemente scomparso e da anni in servizio al comando della Polizia Locale di Falconara, ricordato negli ultimi incontri precedenti all’avvio del progetto con grande affetto da genitori, nonni e insegnati per aver contribuito con particolare interesse, professionalità, disponibilità a rendere il PIEDIBUS sicuro.

“L’Amministrazione comunale – commenta l’assessore all’ambiente Matteo Astolfi – ha incluso negli obiettivi dell’Ufficio Ambiente questo importante progetto che vuole sensibilizzare la cittadinanza ed educare i più piccoli ad evitare l’utilizzo dell’automobile. Questo progetto, infatti, non ha le pretese di risolvere il problema delle polveri sottili e dell’inquinamento da traffico ma sarà certamente da stimolo e da esempio per ridurre l’uso dei mezzi privati e riscoprire la facilità di muoversi a piedi in città. Il Piedibus oltre ad essere molto divertente per i bambini, utile per i genitori, rende felici gli Insegnanti per la puntualità degli arrivi a scuola è anche ottimo per la salute, grazie a Piedibus i bambini hanno la possibilità di fare regolarmente del moto”.

Il PIEDIBUS riparte MERCOLEDI’ 16 novembre a Castelferretti   con le 2  linee : ROSSA E BLU della Scuola Primaria Da VINCI.

La linea Rossa interesserà i bambini  residenti  in  via S. Maria, Via Sebastianelli, Via Aleardi, Via Tommasi e zone limitrofe.

La Linea BLU’ sarà rivolta ai bambini residenti nelle zone adiacenti via G. Bruno, Via XXV Aprile e via della Stazione.

Le Linee del Piedibus sono attive a Castelferretti dal 2012.

Genitori, nonni ed insegnanti hanno dimostrato in questi anni notevole  interesse affinché il PIEDIBUS fosse radicato  nel territorio come sostenibilità all’ambiente ma anche alle famiglie. I bambini hanno accolto Il progetto sempre con  entusiasmo e con allegria, per loro è un momento di forte aggregazione.

Successivamente, a breve, si attiveranno  anche le linee delle altre scuole a seguito della loro definizione.

Sarà comunicato ad ogni partecipante la data di inizio della propria linea e gli orari delle fermate. Per qualsiasi informazione fare riferimento sempre agli Insegnanti di classe.

FINALITÀ DEL PROGETTO

L’attività di Piedibus si pone come finalità principali:

– Consentire ai bambini di raggiungere a piedi la scuola e il capolinea in sicurezza, favorendo la loro autonomia;

– Permettere ai bambini di socializzare durante i percorsi anche con nuovi amici;

– Favorire la conoscenza e la padronanza del territorio urbano;

– Sviluppare la sensibilità ecologica del bambino;

– Ridurre le automobili circolanti;

In particolare, tramite questa attività, ci si propone di individuare modelli di mobilità alternativi al caotico ed eccessivo uso dell’auto privata, soprattutto negli spostamenti da casa a scuola e viceversa, per limitare gli effetti nocivi in termini di ambiente, salute, educazione e viabilità.

l percorso casa scuola costituisce un importante luogo di apprendimento e di socializzazione: il bambino vi incontra i suoi amici e fa esperienze molto importanti per il suo sviluppo psico fisico.

Uno degli scopi principali è per promuovere l’attività fisica nei bambini: la sedentarietà è considerata infatti un determinante importante dell’obesità, che ha in Italia un tasso di prevalenza molto elevato.

Si stima che gli obesi o le persone in sovrappeso in Italia siano circa 16 milioni:

il 4% dei bambini sono obesi e il 20% sono in sovrappeso; particolarmente colpiti sono i maschi da 6 a 13 anni di età. Gli effetti nocivi dell’obesità sulla salute sono conosciuti; peraltro è noto che l’attività fisica moderata (per esempio camminare o andare in bicicletta) offre benefici sostanziali in termini di salute. E’ inoltre dimostrato che avere comportamenti sani in giovane età può portare a stili di vita sani anche in età adulta, è quindi importante abituare i bambini a camminare sin da piccoli.

La principale causa del fatto che sempre meno alunni si recano a scuola a piedi sembra essere la scarsa sicurezza stradale dovuta al traffico intenso, per cui dagli anni Settanta a oggi la percentuale di bambini che vanno a scuola a piedi è scesa dall’80% al 9%.7 Il conseguente trasporto a scuola in automobile ha diverse ripercussioni: congestione di automobili nelle vicinanze delle scuole; aumento dell’inquinamento; aumento della sedentarietà; riduzione dell’autonomia dei bambini.

Il Piedibus nasce come una possibile risposta a questi problemi,allo scopo di aumentare l’attività fisica nei bambini e di fornire una soluzione di trasporto in condizioni di sicurezza, con un impatto positivo su tutti gli altri aspetti sopra citati.

Permette inoltre ai bambini guidati dagli accompagnatori di raggiungere in compagnia la scuola, socializzando con nuovi amici di età differenti ed esplorando le strade del proprio territorio. Può infine contribuire a ridurre il numero di automobili circolanti nelle strade cittadine, in particolare vicino alle scuole, a vantaggio dell’ambiente e della sicurezza dei giovani pedoni.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: