Brutta caduta del Città di Falconara, tra tante proteste, con il Kick Off

Brutta caduta del Città di Falconara, tra tante proteste, con il Kick Off

Brutta caduta del Città di Falconara, tra tante proteste, con il Kick Off Brutta caduta del Città di Falconara, tra tante proteste, con il Kick Off Brutta caduta del Città di Falconara, tra tante proteste, con il Kick Off Brutta caduta del Città di Falconara, tra tante proteste, con il Kick Off Brutta caduta del Città di Falconara, tra tante proteste, con il Kick Off

FALCONARA – Ancora una sconfitta per il Città di Falconara. Ma sono tante le proteste e il rammarico per quanto vista in campo. Il 3-0 finale è un risultato che penalizza oltremodo le falconaresi, senza Xhaxho e Alves acciaccate. Le lombarde sono una corazzata, subito pericolosissima dopo 30’’ con Pesenti, in mezzo all’area a due passi da Ceravolo che d’istinto alza in corner. Sugli sviluppi, palo di Atz e pochi secondi dopo miracolo di Ceravolo sulla linea sulla conclusione ravvicinata di Vieria. 3’, ancora un legno per le ospiti con Iturriaga: traversa dalla distanza. La manovra delle sandonatesi è tambureggiante e costringe agli straordinari Ceravolo.

Il Falconara si fa vedere in contropiede al 5’: Correia filtra per Domenichetti che serve sul secondo palo Magnanti, in ritardo di un soffio all’appuntamento con il gol. È un Falconara migliore quello che si vede nella seconda parte della frazione. Il Kick Off perde anche per infortunio l’importante Iturriaga e qualcosa patisce.

Al 15’ doppia traversa per Falconara. Prima Sofia Luciani e poi, sulla ribattuta, Benedetta De Angelis. Emozioni forti nel finale con il doppio salvataggio della Ceravolo sulla linea che nega a Belli la rete. Gol che la lombarda firma ad appena un minuto dal doppio fischio. Proteste falconaresi. L’azione si sviluppa da un presunto fallo chiesto a gran voce dalle Citizens. Sarebbe stato il sesto. Tiro libero. Tutto in regola per l’arbitro che fa proseguire l’azione, terminata con la palla in rete. La ripresa si apre nel peggiore dei modi per le locali.

Belli raddoppia approfittando di uno svarione difensivo.  Al 5’ Falconara si salva con Correia che leva dai piedi di Pesenti la palla del 3-0 su assist di Atz. Falconara si va vedere all’8’ con Domenichetti che testa i riflessi – attenti – di Dibiase. Al 10’ sempre Dibiase si supera sul diagonale all’incrocio di Luciani. Non passa nemmeno 1 minuto e nuovo miracolo dell’estremo difensore lombardo, aiutato anche dalla traversa sulla bordata di De Angelis. Al 12’ tuttavia arriva uno schiaffo immeritato. Vieira conclude. Palo sinistro, palo destro, palla sui piedi di Pesenti che deve solo appoggiare. 3-0. Con le ospiti che a quel punto possono andare al piccolo trotto.

Al 15’ Ceravolo impedisce un passivo ancor più immeritato uscendo puntuale sui piedi di Vieira lanciata da sola a rete. Idem al 18’ sulla conclusione di Belli. Nel finale ci provano De Angelis e Luciani. Match stregato. Nulla da fare.

“Inizialmente – commenta Benedetta De Angelis – abbiamo sofferto ma siamo riusciti a mantenere la partita in bilico poi c’è stato l’episodio favorevole a loro nato da un blocco a mio parere evidente. Sarebbe stato il sesto fallo e magari la partita avrebbe girato in maniera diversa. Loro hanno una rosa più ampia. Noi siamo stati penalizzati dalla stanchezza e dall’assenza di Xhaxho”.
Città di Falconara – Kick Off Milano: 0-3

Città di Falconara: Ceravolo, De Angelis, Luciani, Correia, Domenichetti; Fakaros, Magnanti, Xhaxho, Centola, Brutti, Costantini, Alves. All. Battistini.

Kick Off: Di Biase, Iturriaga, Atz, Pesenti,Vieira; Zanchetti, De Oliveira, Lauri, Perruzza, Salmeri, Belli. All. Russo.

Arbitri: Sorci e Oliviero (Pesaro). Crono: Vocino (Ancona).

Reti: 19’ pt e 2’ st Belli (K), 12’ st Pesenti.

Note: ammonita Atz (K).

(Foto DIAFRAMMA)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it