Affidamento dei servizi e cooperazione sociale, ipotesi a confronto a Senigallia

Affidamento dei servizi e cooperazione sociale, ipotesi a confronto a Senigallia

Lunedì 21 novembre, in un convegno organizzato dall’Alleanza delle Cooperative Italiane settore Sociali e da Anci Marche, si parlerà di come superare le gare d’appalto nei servizi sociali e di cura alla persona

Affidamento dei servizi e cooperazione sociale, ipotesi a confronto a Senigallia

SENIGALLIA – Affidamento dei servizi e cooperazione sociale: sarà questo il tema del confronto organizzato dall’Alleanza delle Cooperative Italiane settore Sociali Marche, con il patrocinio di Anci Marche, lunedì 21 novembre alle 10 all’Istituto professionale Panzini di Senigallia (An). L’incontro avrà lo scopo di definire una strategia per poter superare le gare d’appalto nei servizi sociali e di cura alla persona per arrivare ad una coprogettazione dei servizi di welfare o di un sistema di accreditamento dei servizi socio sanitari, sociali ed educativi per garantire all’utenza servizi di qualità, sostenibili e omogenei sul territorio regionale.

Interverranno Maurizio Mangialardi, presidente Anci Marche e sindaco di Senigallia, e Gianfranco Alleruzzo, Aci-Alleanza delle Cooperative Italiane settore Sociali Marche. Due esempi sul superamento delle gare d’appalto saranno illustrati da Felice Scalvini, assessore ai Servizi sociali del Comune di Brescia, che parlerà di “Un comune a “gare zero”, il caso del Comune di Brescia”, e da Alberto Alberani, responsabile Legacoopsociali Emilia Romagna, che interverrà su “Le linee guida sull’affidamento dei servizi alla cooperazione sociale in Emilia Romagna”. Seguirà un dibattito con gli interventi di Roberto Frullini e Paolo Pelosi, rappresentanti dell’Aci settore Sociali Marche. Chiuderà il confronto Fabrizio Volpini, presidente IV commissione regionale Sanità e Politiche sociali.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it