Un amore per il calcio: sabato e domenica Fano ospiterà la Nazionale italiana amputati

Un amore per il calcio: sabato e domenica Fano ospiterà la Nazionale italiana amputatiUn amore per il calcio: sabato e domenica Fano ospiterà la Nazionale italiana amputati

Un amore per il calcio: sabato e domenica Fano ospiterà la Nazionale italiana amputati

FANO – La Nazionale Italiana Amputati sarà ospite a per una di due giorni di allenamenti e partite sportive di calcio a 7 presso gli impianti comunali della Cooperativa TrePonti.

Nell’anno delle Olimpiadi e Paralimpiadi l’evento pubblico sensibilizzerà i giovani e tutta la cittadinanza sul tema dello sport e disabilità a dimostrazione che la disabilità non può costituire un limite insuperabile per raggiungere i propri sogni, come quello di giocare a calcio.

Nella giornata di Sabato 22 Ottobre alle ore 17,00 si svolgeranno gli allenamenti e a seguire la partita alle ore 18,00.

Prima della partita l’Assessore allo Sport Caterina Del Bianco assieme all’Assessore di Pesaro Mila Della Dora saluteranno i ragazzi, visto che nella rosa sono presenti due atleti locali: per Fano Lorenzo Marcantognini detto “Lollo” e per Pesaro Riccardo Tondi.

Nella mattinata di Domenica 23 ottobre 2016 alle ore 10,00 si svolgeranno gli allenamenti e a seguire la partita alle ore 11,00.

La Nazionale Calcio Amputati CSI (primo ente di promozione sportiva ad esser stato riconosciuto dal Comitato Italiano Paralimpico) nasce nel 2012 da una ferma volontà del giovane reggiano Francesco Messori allora 14enne: nato senza una gamba, s’è attivato tramite i social network per reperire altri che come lui, nonostante questo tipo di disabilità, non volevano rinunciare al gioco del calcio. Così ha reclutato, con il sostegno del CSI, un gruppo di circa 20 giocatori che, per un incidente o problemi congeniti, sono privi di un arto inferiore (ad eccezione del portiere, amputato ad uno degli arti superiori, così come da regolamento avviene per tutte le Nazionali Amputati).

Si tratta di uno straordinario gruppo di amici composto da giocatori provenienti da tutta Italia:

  1. Roberto Sodero da Lecce
  2. Lorenzo  Marcantognini da Fano
  3. Pierre Gardino da Torino
  4. Gianni Sasso da Ischia (Napoli)
  5. Stefano Starvaggi da Busto Arsizio (Varese)
  6. Allesandro Pighi da Verona
  7. Salvatore Iudica da Noto (Siracusa)
  8. Emanuele Padoan da Vicenza
  9. Emanuele Leone da Lenola (Latina)
  10. Paolo Capasso da Napoli
  11. Daniel Priami da Livorno
  12. Riccardo Tondi da Pesaro
  13. Daniele Piana da Bergamo
  14. Carlito Avelli da Bergamo
  15. Arturo Mariani da Roma
  16. Costantin Bostan da Milano
  17. Salvatore La Manna da Palermo
  18. Luca Zavatti da Roma
  19. Marcello Lusetti da Reggio Emilia
  20. Emiliano Bronchi da Rosignano
  21. Francesco Messori da Correggio (ReggioEmilia)

Allenatori: Renzo Vergnani da Reggio Emilio e Paolo Zarzana da Modena

Il debutto della Nazionale diventa realtà l’8 dicembre 2012, con un primo allenamento proprio ad Assisi. L’esordio ufficiale in campo internazionale invece avviene il 27 aprile 2013 ad Annecy, contro la Francia.

La squadra ha preso parte a Varsavia nel 2014 all’Amp Football Cup, uno dei più importanti tornei internazionali per questa categoria, chiudendo al quinto posto.

In pochissimi anni questa disciplina si è ritagliata uno spazio rilevante nella pratica sportiva delle persone disabili perché sul volto di questi ragazzi e dei tecnici che li guidano vedo quel fuoco dettato dalla passione per uno sport che, anche in questo caso, non ammette limiti né confini. Insieme hanno già affrontato importarti impegni internazionali, come nel 2014 l’esperienza dei Mondali in Messico indossando la Maglia Azzurra.

Si invita la cittadinanza ad essere sui campi a tifare e sostenere i ragazzi.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it