SENIGALLIA / Ecco come utilizzare le concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative

SENIGALLIA / Ecco come utilizzare le concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative

Sabato mattina al Club Nautico un incontro di studio con la partecipazione di alcuni esperti

SENIGALLIA / Ecco come utilizzare le concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative

SENIGALLIA – Sabato 15 ottobre a Senigallia, alle ore 9.30, presso la sede del Club Nautico Senigallia si terrà un incontro di studio dedicato ad affrontare attraverso esperti la tematica delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative.

Si tratta di un argomento di particolare interesse anche in considerazione della sentenza della Corte di giustizia UE del 14 luglio 2016, che ha considerato la normativa italiana, che stabilisce la proroga automatica della durata delle concessioni in questione, contraria al diritto dell’Unione europea (direttiva 2006/123/CE, detta anche Bolkestein, e art. 49 TFUE). All’incontro, patrocinato dal Comune di Senigallia e accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ancona, parteciperanno in qualità di relatori: il Prof. Matteo di Venosa del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, La pianificazione delle aree demaniali marittime come progetto di territorio. Temi e casi di riferimento; l’Avv. Vilma Profili del Foro di Ancona, Il regime giuridico delle concessioni demaniali marittime ad uso turistico e ricreativo; l’Avv. Giovanni Marchiafava del Foro di Roma, L’affidamento e il rinnovo delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative: nuovi sviluppi; la Dott.ssa Iva Tuhtan-Grgić della Facoltà di legge dell’Università di Rijeka,  Legal regime of concessions for tourist and recreational use on maritime domain according to Croatian Law; il Capitano di Fregata (CP) Giuseppe Semeraro della Capitaneria di Porto di Ancona, Ruolo e funzioni dell’Autorità marittima nell’esercizio dei poteri dominicali dello Stato sul demanio marittimo; e l’Arch. Fabio Vallarola, Direttore dell’Area Marina Protetta di Torre del Cerrano, Le aree marine protette anche opportunità di sviluppo turistico (cfr. www.cnsenigallia.com).

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it