Maxi controllo dei carabinieri lungo la Statale tra Senigallia e Montemarciano

Maxi controllo dei carabinieri lungo la Statale tra Senigallia e Montemarciano

Momenti di tensione al Ciarnin quando un’auto non si è fermata ad un posto di blocco. Identificate 137 persone

Maxi controllo dei carabinieri lungo la Statale tra Senigallia e MontemarcianoMaxi controllo dei carabinieri lungo la Statale tra Senigallia e Montemarciano

SENIGALLIA – “Controlli straordinari di sicurezza”, attuati nella notte dai Carabinieri della Compagnia di Senigallia, tra Marzocca e Montemarciano, nell’ambito di un piano coordinato dal Comando Provinciale di Ancona.

Otto pattuglie dell’Arma dedicate alla particolare esigenza dalla mezzanotte alle sei del mattino sono state dislocate lungo la Statale Adriatica dal Ciarnin al Mandracchio di Montemarciano, con posti di controllo in entrambi i sensi di marcia al Ciarnin, alla rotatoria di ingresso alla complanare, all’incrocio con via Garibaldi, all’incrocio con via Grotte di Frasassi, in piazzale Magellano e al Mandracchio.

Il bilancio dell’operazione conta 137 persone, di cui 31 straniere, sottoposte al controllo dei documenti ed interrogate alla banca dati forze di polizia, 103 veicoli controllati ed ispezionati, 18 contravvenzioni elevate al codice della strada.

Momenti di tensione al Ciarnin quando una KIA Rio di colore bianco, proveniente da Senigallia non si è fermata all’alt.

Immediatamente è scattato l’inseguimento inoltre la pattuglia ha provveduto ad allertare la centrale operativa che ha subito diramato le ricerche alle altre autoradio nel settore attivando in particolare i militari che stavano eseguendo il posto di controllo sulla statale all’altezza di Via Positano a Marzocca. L’auto è stata raggiunta e bloccata in prossimità del posto di blocco all’altezza di Via Garibaldi. L’automobilista, forse stanco, si è giustificando dicendo di aver visto le auto dei Carabinieri con i lampeggianti fermi sulla statale al Ciarnin ma di non essersi accorto che il carabiniere gli aveva intimato l’alt con la paletta. Sottoposto ad accertamento del tasso alcolemico con l’etilometro non è risultato positivo. L’uomo di Offagna, che si trovava in auto con un amico, è stato solo contravvenzionato per velocità non adeguata e tale da creare pericolo.

Nell’ambito del dispositivo di controllo i Carabinieri del Nucleo Radiomobile intorno alle 3:00 sulla Statale Adriatica hanno proceduto al controllo di una FIAT 500. Il conducente in evidente stato confusionale è stato sottoposto ad accertamento con l’etilometro che ha evidenziato un tasso alcolemico di 1,77 gr/lt. Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di appurare che l’uomo, un Senigalliese di 55 anni, si era messo al volante pur non avendo la patente di guida perché gli era stata revocata dalla Prefettura di Ancona nel mese di febbraio scorso, inoltre l’auto era priva della copertura assicurativa per la responsabilità civile. L’automobilista è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ancona per guida sotto l’influenza dell’alcol inoltre è stato contravvenzionato per guida senza patente e per veicolo sprovvisto di copertura assicurativa. La Fiat 500 è stata sottoposta a fermo amministrativo per la confisca.

Poco più tardi, nella rete dei controlli è incappata un’Audi A4 condotta da un 33enne di Trecastelli. Anche lui sottoposto all’accertamento con l’etilometro ha fatto registrate un tasso alcolemico del 1,49 gr/lt. L’automobilista è stato denunciato in stato di libertà per lo stesso reato, inoltre la patente guida gli è stata ritirata ed l’Audi A4 sottoposta a fermo amministrativo ed affidato in custodia giudiziale.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it