FANO / Il FabLab Sant’Arcangelo in collegamento con il Mit

FANO / Il FabLab Sant’Arcangelo in collegamento con il Mit

FANO / Il FabLab Sant’Arcangelo in collegamento con il Mit

FANO – Martedì 11 ottobre 2016 alle 18 Domenico Consoli, presidente dell’Associazione IES che coordina lo spazio tecnologico del FabLab Sant’Arcangelo di Fano, si collegherà, via skype, con Carmelo Presicce, assegnista di ricerca presso il Lifelong Kindergarten Group del Media Lab del MIT di Cambridge (area metropolitana di Boston).

Il dialogo/intervista rientra nel ciclo di lezioni gratuite su tecnologia e management promosse dalla Casa della Tecnologia all’interno del progetto FabLab, che si avvale del cofinanziamento della Regione Marche e del dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, con il Comune di Fano, assessorato alle Politiche giovanili, e la collaborazione di diversi partner.

Carmelo Presicce, ingegnere informatico (Università di Bologna), è sempre stato un professionista sviluppatore di programmi per dispositivi desktop e soprattutto mobili (Android, iOS, …). Docente a contratto presso l’Università di Bologna di Laboratorio di Tecnologia e Informatica Creativa per l’abilitazione dei docenti all’insegnamento d’informatica nelle scuole superiori (TFA e PAS) e presso l’ex-facoltà di Pedagogia, è relatore in tante conferenze nazionali e internazionali. Ha svolto tanti altri incarichi ma la sua vera passione è sempre stata quella di educare i bambini e i giovani all’utilizzo creativo delle tecnologie informatiche. E’ stato, infatti, il fondatore del Coderdojo (palestra per sviluppatori) di Bologna.

«Presicce concorda sul fatto che la tecnologia si deve considerare uno strumento di espressione personale che dà voce alle proprie idee e stimola i giovani alla creatività e progettualità. La tecnologia – spiega Domenico Consoli – aiuta i ragazzi a creare e a esprimere la propria personalità attraverso i videogame, le storie interattive, le piattaforme web e la robotica educativa.

Da settembre 2015 Carmelo Presicce è assegnista di ricerca al Media Lab del MIT. Proprio in questo laboratorio Mitchel Resnick ha sviluppato il linguaggio di programmazione virtuale Scratch molto diffuso in tutti gli ordini di scuola, a partire dalla primaria. Nel Lifelong Kindergarten Group del Media Lab si sperimenta quotidianamente la metodologia delle 4P: Project, Peer, Passion e Play che si basa sul fatto che i bambini giocando (play) insieme agli altri (peer) possono realizzare in pratica dei progetti (project) con passione (passion). In questo contesto il gioco deve essere visto non solo come divertimento ma come un approccio alla progettazione creativa.»

Questo collegamento del FabLab di Fano col MIT ha lo scopo per far acquisire agli operatori del laboratorio maggiori conoscenze e competenze per raggiungere l’obiettivo di realizzare una palestra tecnologica dove chiunque può portare avanti delle sperimentazioni digitali, sia dal punto di vista hardware che software. Infatti, all’interno della Casa della Tecnologia si fa coding, informatica creativa e robotica educativa e ognuno può esprimere la sua progettualità e le proprie idee culturali e artistiche.

Il Fablab S. Arcangelo – Casa della Tecnologia, tutti i martedì, dalle ore 19 alle 20, organizza delle lezioni gratuite, su “Tecnologia e Management”, per la cittadinanza. Molte persone seguono costantemente queste lezioni il cui obiettivo è di diffondere la cultura informatica (e anche imprenditoriale) nel territorio.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it