Anche gli chef stellati di Senigallia in cucina per la ricostruzione dell’Istituto alberghiero di Amatrice

Anche gli chef stellati di Senigallia in cucina per la ricostruzione dell’Istituto alberghiero di Amatrice

A Rieti il gran finale dell’iniziativa “Le Stelle tornano a scuola”. Presenti con Massimo Bottura, Maurizio e Sandro Serva, Gennaro Esposito, Carlo Cracco, anche Moreno Cedroni e Mauro Uliassi

Anche gli chef stellati di Senigallia in cucina per la ricostruzione dell’Istituto alberghiero di Amatrice Anche gli chef stellati di Senigallia in cucina per la ricostruzione dell’Istituto alberghiero di Amatrice Anche gli chef stellati di Senigallia in cucina per la ricostruzione dell’Istituto alberghiero di Amatrice Anche gli chef stellati di Senigallia in cucina per la ricostruzione dell’Istituto alberghiero di Amatrice

RIETI – C’erano anche gli chef stellati senigalliesi al gran finale dell’iniziativa ‘Le Stelle tornano a scuola’. E’ stata una tre giorni di solidarietà e grande gastronomia che ha visto coinvolti i ragazzi degli istituti alberghieri di Rieti ed Amatrice nell’aula magna del Costaggini insieme ai grandi chef di Rieti, Roma e ad alcuni degli chef migliori al mondo: Massimo Bottura, Moreno Cedroni, Maurizio e Sandro Serva (ideatori del progetto), Gennaro Esposito, Carlo Cracco e Mauro Uliassi.

I grandi chef hanno messo in campo tutto il loro estro seguiti con attenzione dagli studenti per un risultato, come scrive “Frontiera di Rieti” , giornale on line della diocesi di Rieti, “di grande professionalità ed eleganza.

Già alle 18 i visi tesi degli studenti rendono l’idea dell’emozione che cresce per una serata di beneficenza con il tutto esaurito. Con attenzione i ragazzi hanno seguito i consigli e le istruzioni dei grandi maestri intervenuti ed il risultato è stato di grande professionalità ed eleganza. La generosità dei commensali si è poi estesa anche all’asta di vini pregiati immediatamente esauriti e alla richiesta di grembiuli firmati dai grandi chef.

Menù eccezionale con piatti rappresentativi della cucina di ciascuno dei sette chef intervenuti al gran finale:

  • L’Uovo affumicato (Cracco)
  • Zuppa di pane e vinaigrette balsamica (Cedroni)
  • Riso Cacio e Pepe (Bottura)
  • Fondente liquido con patate affumicate, patate e pesce (Uliassi)
  • Carpa in crosta con maionese di rape rosse (Serva)
  • Risotto con i peperoni gialli con trippa di baccalà (Esposito)

Ma soprattutto, prima di chiudere la serata, è stata servita l’amatriciana cucinata insieme. Già strappata la promessa di tornare all’inaugurazione del nuovo istituto alberghiero di Amatrice il cui progetto prenderà vita proprio dai fondi raccolti in queste serate.

A tavola circa duecento ospiti, tra i quali il ministro Angelino Alfano, oltre a buona parte delle personalità più in vista della politica, dello sport e della vita pubblica reatina.

(Le foto sono tratte da Frontiera di Rieti, giornale online della diocesi)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it