Il Movimento 5 Stelle contro la maggioranza di Mondolfo

Il Movimento 5 Stelle contro la maggioranza di Mondolfo

“Abbiamo portato in Consiglio comunale – affermano Giovanni Berluti e Silvana Emili – tre temi prioritari per la cittadinanza ma le nostre mozioni sono state respinte, adducendo motivazioni generiche”. “Continueremo a vigilare e a proporre con la speranza che l’attuale maggioranza operi al meglio in uno spirito di piena collaborazione, pensando in primis agli interessi dei cittadini”

Il Movimento 5 Stelle contro la maggioranza di MondolfoIl Movimento 5 Stelle contro la maggioranza di Mondolfo

MONDOLFO – Il M5S esprime la propria soddisfazione per aver portato all’attenzione del Consiglio comunale, del 31 agosto, tre temi prioritari per la cittadinanza.

“La prima mozione proposta dal Movimento Cinque Stelle – si legge in un comunicato  firmato dai consiglieri comunali del M5S, Giovanni Berluti e Silvana Emili – riguardava la realizzazione di interventi urgenti per la riduzione del rischio idraulico realizzando al più presto le opere di laminazione con annesso parco urbano disponendo di progetto già redatto e l’introduzione di elementi di drenaggio urbano denominati “rain garden” per apportare benefici quali la riduzione delle sostanze inquinanti attraverso sistema di filtraggio drenante; con la stessa mozione si proponeva inoltre l’istituzione di apposita commissione/gruppo di lavoro per lo studio di fattibilità di tali proposte. La maggioranza pur dimostrando interesse per le soluzioni proposte ha respinto tali mozioni adducendo motivazioni generiche quali la circostanza di avere instaurato un tavolo tecnico  con professionisti locali per redigere un progetto rispondente alle esigenze, ma tale circostanza non risulta alla Commissione ambiente e territorio e soprattutto alcuna menzione della tipologia della soluzione progettuale è stata specificata.

“Nel secondo documento i consiglieri Cinque Stelle chiedevano interventi urgenti per la riduzione dell’erosione marina attraverso la nomina di apposita commissione tecnica in grado di studiare un progetto e attivarsi sin da subito per ricercare le relative fonti di finanziamento. Anche questa mozione, nonostante l’interesse mostrato anche dall’attuale maggioranza in campagna elettorale, è stata bocciata.

“Sul decoro urbano, la votazione della nostra mozione è stata ufficialmente differita “per approfondimenti”.

“Le due mozioni bocciate dalla lista civica Fare Città in una sola seduta di consiglio su temi importanti per la città sono sicuramente una grande “occasione persa” per i cittadini di Mondolfo e Marotta. I due ordini del giorno sono stati respinti – sottolineano dunque i consiglieri – o perché la Giunta dice che se ne sta occupando o perché non sono interventi fattibili. In realtà  se alla Giunta interessa di tali problematiche perché votare no? Recentemente in un articolo uscito sulla stampa locale anche il Comune di Pesaro ha dimostrato interesse per i cosiddetti “reef ball”, sistemi che in campagna elettorale noi del Movimento avevamo già proposto e che riteniamo siano una alternativa valida per risolvere il problema dell’erosione. Il Movimento Cinque Stelle denuncia quindi come paradosso e come mancanza di interesse per il territorio il vedere apprezzamento per le proprie idee ma anche una compatta e sonora bocciatura delle stesse.

“Il lavoro del consiglio comunale è quello di determinare l’indirizzo politico-amministrativo del Comune. Perché allora bocciare le nostre due mozioni che tendono ad apportare interventi migliorativi per salvaguardare il territorio e apportare quei miglioramenti che anche la lista Fare Città nella campagna elettorale diceva di tenere in considerazione? È’ curioso che la nuova Giunta chieda una opposizione propositiva e costruttiva e dopo appena due mesi la maggioranza voti no alle nostre mozioni. Continueremo comunque a vigilare e a proporre, sperando che nei prossimi consigli ci sia un cambio di rotta, con la speranza che l’attuale maggioranza non continui a bocciare le mozioni proposte, ma operi al meglio – si legge sempre nell’intervento – in uno spirito di piena collaborazione, pensando in primis agli interessi dei cittadini”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it