La fotografia diventa consapevole e incontra la scrittura

La fotografia diventa consapevole e incontra la scrittura

A Fano la presentazione del nuovo libro della senigalliese Simona Guerra

La fotografia diventa consapevole e incontra la scrittura

FANO – “Fotografia consapevole. Scrittura e fotografia si incontrano” questo il titolo del libro che verrà presentato venerdì alle ore 18,00 presso il Bastione S. Gallo di Fano. Si tratta del nuovo libro di Simona Guerra interamente dedicato al rapporto tra fotografia e scrittura: forme espressive e di comunicazione che in questi ultimi tempi stanno vivendo una rinnovata stagione di collaborazione in campo artistico ed editoriale.

L’incontro, a cura dell’Ass.ne Università dei Saperi G.Grimaldi di Fano, sarà moderato da Maria Profeta che dialogherà con l’autrice su questi temi, cercando di fare luce sui motivi per cui le immagini hanno preso il sopravvento in ogni ambito della comunicazione e di come oggi si assista a un progressivo ritorno alla parola, accanto alle immagini, verso un sistema comunicativo forse più equilibrato.

Il libro affronta vari aspetti della possibile relazione tra fotografia e scrittura e propone una riflessione su cosa significhi, oggi, vivere la fotografia (e la scrittura) in maniera consapevole, lontani dalla frenesia con cui siamo abituati a comunicare oggi con le immagini e le parole.

Il volume è poi una proposta su come, fondendo le peculiarità autoanalitiche della fotografia con quelle di certi generi di scrittura, queste due Arti possano essere vissute assieme in una dimensione privata, come presa di conoscenza di sé stessi e del mondo, o anche come principio di un’esperienza che potrebbe trasformarsi in Arte.

Un libro che rifugge l’idea di insegnare un metodo ma in grado di stimolare le capacità del lettore, invitandolo a vivere la fotografia in modo consapevole, cosciente di quale sia il reale valore delle proprie esperienze artistiche e comunicative.

Ingresso libero. Altre info: www.unisaperi.it – unisaperi@libero.it
—————————–

Simona Guerra è docente di Storia della Fotografia e Linguaggio fotografico. Esperta di ordinamento, conservazione e valorizzazione di fondi fotografici ha collaborato nel tempo con alcune tra le maggiori istituzioni italiane del settore tra cui l’archivio ‘Fratelli Alinari’ e l’archivio ‘Mario Giacomelli’. E’ curatrice di mostre ed autrice di diversi saggi e romanzi. Tra questi:le biografie “Mario Giacomelli. La mia vita intera” e “Mario Dondero” (per Bruno Mondadori), “Cesare Colombo con Simona Guerra. La Camera del tempo” (per Contrasto); “Fotografia consapevole. Scrittura e fotografia si incontrano” (Micropress Edizioni); il romanzo “Bianco e oscuro. Storia di panico e fotografia” (con fotografie di Giovanni Marrozzini; per PostCart). Sempre per le edizioni PostCart è stato appena pubblicato “Il bambino di Scanno”, viaggio attorno alla fotografia più nota del fotografo Mario Giacomelli. www.simonaguerra.com

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it