A Morro d’Alba costituito un Comitato per dire no alla fusione con Senigallia

A Morro d’Alba costituito un Comitato per dire no alla fusione con Senigallia

A Morro d'Alba costituito un Comitato per dire no alla fusione con Senigallia

MORRO D’ALBA – Si è costituito un comitato spontaneo per contrastare  l’incorporazione del Comune con quello di Senigallia, denominato “Comitato NO incorporazione con Senigallia”

Si sono riuniti a Morro d’Alba, in contrada Maiolino, Daniela Chiappa; Flavio Renzi; Alessandra Boldreghini; Arianna Lesina, che hanno deliberato di costituire appunto un comitato spontaneo volontario denominato “NO INCORPORAZIONE CON SENIGALLIA”, per impedire la fusione per incorporazione del Comune di Morro d’Alba nella Città di Senigallia; sollecitare l’Amministrazione ad impegnarsi ad elaborare, condividere con la cittadinanza e proporre all’Unione dei Comuni un preciso piano di riorganizzazione dei servizi che ne risani la gestione deficitaria, puntando all’efficienza e ad uno sviluppo equilibrato di tutto il territorio; per chiedere all’amministrazione di Consultare preventivamente la cittadinanza come previsto dallo Statuto Comunale (art.33 “consultazioni”) su tutte le altre possibili ipotesi di riorganizzazione delle funzioni comunali (comprese ulteriori ipotesi di fusione), fornendo analisi approfondite che consentano ai cittadini di individuare effetti positivi e negativi di ogni ipotesi, compreso un piano di uscita dall’Unione dei Comuni se si rendesse necessaria un’ uscita dall’Unione; per sollecitare la verifica di ulteriori ipotesi di razionalizzazione amministrativa con i comuni limitrofi al fine di ottimizzare i servizi e ridurre i costi di gestione amministrativa (es. convenzioni e gestione associata dei servizi); ed infine, qualora fosse assolutamente necessario procedere ad una fusione, privilegiare la possibilità di fusione con comuni limitrofi, con caratteristiche omogenee rispetto a Morro d’Alba, in modo tale che la popolazione possa avere adeguata rappresentanza politico-amministrativa.

A questo scopo gli organizzatori si dichiarano intenzionati a promuovere ogni iniziativa utile e necessaria volta a realizzare l’obiettivo dichiarato, utilizzando tutti gli strumenti messi a disposizione delle attuali leggi nazionali e regionali, in particolare agendo attraverso campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e di tutti gli Organi Istituzionali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta o indiretta.
La presente iniziativa rimane aperta senza alcuna restrizione a chiunque altro condivida i principi ispiratori del comitato, che può sottoscrivere il documento per adesione.

Gli organizzatori hanno nominato presidente del Comitato “NO INCORPORAZIONE CON SENIGALLIA” la signora Daniela Chiappa alla quale sono stati conferiti poteri di rappresentanza del comitato.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it