A Waiblingen il “murales” degli alunni di Jesi

A Waiblingen il “murales” degli alunni di Jesi

A Waiblingen il “murales” degli alunni di Jesi

JESI – Nella città tedesca di Waiblingen campeggia il nuovo “murales” realizzato dagli alunni dell’Istituto d’Arte Mannucci di Jesi. Una vera e propria opera d’arte, dipinta a pennello sulle tematiche del gemellaggio, caratterizzata dagli stemmi delle due città – Waiblingen e Jesi – su una campitura rossa e grigia (che simula gli intrecci architettonici delle case seicentesche tipiche del centro storico tedesco) come mappe che collegano paesi tra loro. In alto la pianta di Castel del Monte, il più emblematico edificio realizzato da Federico II, che abbraccia il tutto.

A realizzare l’opera, su pannelli posti a ridosso di un muro di contenimento nella zona centrale di Waiblingen sono stati gli studenti Alex Crepaldi e Andrea Luzi su bozzetto di un altro alunno del Mannucci, Thomas Mencarelli. Accompagnati dal prof. Massimo Ippoliti, gli studenti hanno realizzato il “murales” in appena due giorni, inaugurato poi alla presenta del borgomastro Andreas Hesky. Era stato proprio il borgomastro, in visita all’Istituto d’Arte di Jesi lo scorso anno, ad invitare la scuola a realizzare un “murales” per Waiblingen. Un invito subito accolto dal Mannucci e portato egregiamente a termine.

Nella foto: il murales inaugurato a Waiblingen con i protagonisti dell’iniziativa insieme al borgomastro Andrea Hesky

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it