Un protocollo d’intesa tra Università di Urbino e Confesercenti

Un protocollo d’intesa tra Università di Urbino e Confesercenti

Un protocollo d’intesa tra Università di Urbino e Confesercenti  Un protocollo d’intesa tra Università di Urbino e Confesercenti Un protocollo d’intesa tra Università di Urbino e ConfesercentiUn protocollo d’intesa tra Università di Urbino e Confesercenti

URBINO – L’Università degli Studi di Urbino e Confesercenti Marche sottoscrivono un protocollo di intesa per favorire la nascita e lo sviluppo di azioni congiunte a favore del tessuto economico e imprenditoriale.

E’ stato siglato questa mattina dal prof. Vilberto Stocchi, Rettore dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e dal dott. Claudio Albonetti, Presidente Regionale Confesercenti Marche, il protocollo di intesa per favorire la nascita e lo sviluppo di iniziative a favore del tessuto economico e imprenditoriale marchigiano.

All’incontro erano presenti il prof. Fabio Musso, Pro Rettore alla Terza Missione della stessa Università e il dott. Roberto Borgiani, Direttore Regionale Confesercenti Marche.

Un protocollo di intesa che nasce dalla comunità di intenti che l’Istituzione Universitaria e l’Associazione di Categoria perseguono nel territorio. Sviluppo economico, occupazione, innovazione, conservazione e accessibilità del patrimonio storico e culturale, sviluppo della qualità di vita nei centri storici delle città e dei borghi e centri dell’entro-terra marchigiano.

Tante le iniziative che potranno essere realizzate a seguito della stipula del protocollo: l’attivazione di collaborazioni scientifiche e/o didattiche su temi specifici di comune interesse; l’attivazione borse di studio o assegni di ricerca; l’attivazione di percorsi di alta formazione e laboratori di impresa.

Di particolare rilievo saranno le iniziative volte al rilancio economico e culturale dei centri storici, le iniziative formative e di orientamento sulle nuove professioni del terziario e la formazione e l’accompagnamento di chi vuole avviare nuove iniziative imprenditoriali.

Già dal prossimo mese di ottobre saranno attivati percorsi formativi dedicati a chi vuole avviare nuove attività imprenditoriali che vedranno la partecipazione congiunta docenti esperti dell’Università e dei consulenti di impresa di Confesercenti.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it