L’Interporto di Jesi apre ai prodotti agroalimentari

L’Interporto di Jesi apre ai prodotti agroalimentari

L’Interporto di Jesi apre ai prodotti agroalimentari

JESI – Si amplierà anche allo stoccaggio dei prodotti agroalimentari l’attività dell’interporto. La Giunta comunale, nella sua ultima seduta, ha infatti adottato la revisione delle norme tecniche di attuazione che introduce la possibilità di realizzare nell’area terminal ferroviario-conntainer silos e manufatti assimilabili da adibire allo stoccaggio di prodotti sfusi. Viene così accolta la richiesta presentata dalla società Interporto Marche che consente al centro intermodale di ampliare la propria offerta al settore produttivo primario del territorio.

Fino ad oggi infatti l’interscambio tra gomma e rotaia dei prodotti sfusi, in particolare quelli del settore agroalimentare, avveniva solo attraverso container già chiusi che avevano caricato altrove. Ora, con la possibilità di creare un centro di stoccaggio temporaneo, le operazioni di carico e scarico del prodotto si effettueranno all’interno del centro intermodale in maniera più spedita ed organizzata a beneficio di quelle imprese che operano nel settore e che hanno necessità di movimentare merci su scala nazionale.

L’atto così adottato sarà ora trasmesso in Provincia per le eventuali osservazioni. Decorsi i 60 giorni di tempo previsti si potrà poi procedere all’approvazione definitiva.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it