I carabinieri di Falconara impegnati in un controllo straordinario del territorio

I carabinieri di Falconara impegnati in un controllo straordinario del territorio

I carabinieri di Falconara impegnati in un controllo straordinario del territorioI carabinieri di Falconara impegnati in un controllo straordinario del territorio

FALCONARA – Nel pomeriggio di giovedì i carabinieri della Tenenza di Falconara M.ma ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato, in particolare alla repressione dei reati inerenti l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti ed il controllo della circolazione stradale. Al servizio hanno partecipato 13 militari, suddivisi in 5 pattuglie, unitamente a personale del Nucleo Cinofili Carabinieri di Pesaro.

Le pattuglie hanno presidiato le vie della giurisdizione dal primo pomeriggio  sino a tarda serata, procedendo al controllo di circa 40 persone, 21 autoveicoli e 5 esercizi pubblici, in zona stazione ferroviaria, elevando 5 violazioni al codice della strada. Con l’ausilio delle unità cinofile antidroga, sono stati eseguiti controlli a tappeto nei parchi cittadini e nelle località più isolate, al fine di accertare la presenza di stupefacente.

Durante i controlli venivano rinvenute, in una zona isolata della frazione Castelferretti, 3 piante di marijuana di grandi dimensioni. Le piantine erano state collocate al centro di una zona di vegetazione incolta che ne rendeva estremamente difficoltosa l’individuazione, che risultava possibile solo grazie al fiuto dei cani anti droga che, transitando nei paraggi, avvertivano immediatamente l’odore, conducendo i militari verso il nascondiglio. Le piante venivano sottoposte a sequestro; sono in corso indagini volte ad individuare gli autori della coltivazione.

Nel corso del pomeriggio i militari sorprendevano inoltre un 20enne  di Montemarciano che aveva occultato una pesante mazza da baseball all’interno della sua autovettura. Interrogato sulla presenza dell’attrezzo, il giovane, già gravato da precedenti penali, non era in grado di addurre giustificazioni plausibili e veniva pertanto denunciato per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Sempre nel corso del pomeriggio veniva eseguita una perquisizione a carico di un giovane chiaravallese, sospettato di attività di spaccio di droghe leggere; all’interno della sua abitazione, nascosti tra i vestiti in un mobile, i militari rinvenivano circa 6 grammi di marijuana suddivisa in dosi. La sostanza veniva sequestrata; sono in corso accertamenti volti a verificare se la sostanza fosse destinata ad uso personale, come dichiarato dal giovane, o alla vendita a terzi. Durante il servizio, inoltre, i militari davano esecuzione ad un decreto di sospensione cautelare di misura alternativa alla detenzione, a carico di un uomo residente a Villanova. L’uomo si trovava  sottoposto a detenzione domiciliare presso la propria abitazione. Il magistrato di sorveglianza, al fine di evitare l’aggravamento di una situazione di contrasto creatasi con altri componenti del nucleo familiare, disponeva la sospensione della misura alternativa, ripristinando la detenzione in carcere. L’uomo pertanto, al termine degli accertamenti burocratici, veniva  tradotto presso la casa circondariale di Montacuto.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: