Una bella serata sotto le stelle nella Cantina Vicari di Morro d’Alba

Una bella serata sotto le stelle nella Cantina Vicari di Morro d’Alba

Una bella serata sotto le stelle nella Cantina Vicari di Morro d’Alba

Un tuffo nel passato, con riflessi di grande modernità, in occasione della presentazione del libro “I Vicari tradizione di famiglia”, curato dal professor Carlo Vernelli

MORRODALBAvicarifamiglia000222Una bella serata sotto le stelle nella Cantina Vicari di Morro d’Alba Una bella serata sotto le stelle nella Cantina Vicari di Morro d’Alba Una bella serata sotto le stelle nella Cantina Vicari di Morro d’Alba

Una bella serata sotto le stelle nella Cantina Vicari di Morro d’Albadi GIUSEPPE CRISTINI

MORRO D’ALBA – Un tuffo nel passato, con riflessi di grande modernità,  nella serata sotto le stelle che cento ospiti marchigiani hanno vissuto durante la presentazione del libro “I Vicari tradizione di famiglia”. Il libro, curato dal professor Carlo Vernelli, è stato presentato nella nuovissima Cantina Vicari, a Morro d’Alba.

Narra la storia di Morro d’Alba, la storia della civiltà rurale marchigiana e, infine, la storia dei Vicari.

Nazzareno Vicari e i figli Vico e Valentina hanno raccontato la storia di famiglia che nasce nel 1493 con la grande passione per il vino.

All’incontro ha partecipato Cristina Martellini, dirigente del Servizio Agricoltura della Regione Marche, che ha parlato della bellezza dei territori marchigiani, non inferiori a quelli delle Langhe. Insieme a lei l’onorevole e amico Paolo Petrini che si è soffermato, in particolare, sull’innovazione concettuale attorno al mondo del vino, che sa esprimere valori, suoni e sensorialità.

Se Nazzareno Vicari ha parlato di orgoglio storico della famiglia Vicari a Morro d’Alba, il figlio Vico ha esclamato  “per me il vino è vita e gli amici sono la linfa”. Ma  è stata l’anima dolce e femminile di Valentina a contaminare la serata, sempre presente a tutti i tavoli della splendida cena preparata dal ristorante Erard, Valentina ha declinato sorrisi, mostrando il proprio attaccamento e la propria passione verso il nettare di Bacco.

Sì, proprio lei, che voleva fare la modella e invece ha scelto la vigna. “Amo parlare del mio vino al mondo”, ha sussurrato la bella Vicari, pur rilevando che l’essere donna, in un mondo del vino prettamente al maschile non si dimostra facile.

Ma da grande donna si è spinta oltre ed ha profetizzato il futuro,  indicando una strada ferma e lungimirante, anche a tutti gli altri colleghi produttori  del lacrima. “Uniamoci sempre di più – ha detto –  e mettiamo da parte i piccoli disguidi, il mondo ci attende”.

Presenti alla serata anche l’onorevole Emanuele Lodolini, sempre partecipe a questi  eventi, il presidente di IMT Antonio Centocanti, il direttore Alberto  Mazzoni, e il consulente aziendale e splendida figura Giuseppe Potentini.

Di grande rilievo la mostra del fotografo Paolo Bolognini che ha esposto, durante la serata, delle opere che raffigurano magnificamente “il cuore delle Marche”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it