Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana

Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana

Un ventiduenne individuato dai carabinieri della locale Stazione dopo una serie di accertamenti

Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana Arrestato a Trecastelli per coltivazione di marijuana

TRECASTELLI – I carabinieri della Stazione di Trecastelli, agli ordini del luogotenente Giampiero Lattanzi, hanno arrestato un ventiduenne del luogo, per coltivazione e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I carabinieri, al termine di un lungo servizio di appostamento, hanno bloccato il giovane all’interno della piantagione sita in un terreno agricolo in via Martuccia a Castel Colonna dove si era recato per le operazioni di irrigazione e concimazione.

L’indagine è stata avviata ai primi di giugno quando nel corso dei servizi di pattugliamento delle zone agricole i carabinieri della Stazione di Trecastelli avevano notato, ai margini di una boscaglia, un’area recintata al cui interno erano presenti alcune piantine di cannabis sativa.

Da allora i carabinieri hanno seguito giorno per giorno l’evolversi della situazione fino a giungere all’individuazione del giovane che aveva avviato la piantagione in modo illegale all’interno di un terreno peraltro non di sua proprietà.

Il giovane quasi ogni giorni si è recato nel campo per innaffiare e concimare le piante. I militari per non rischiare di vanificare l’operazione hanno piazzato una telecamera nascondendola tra la vegetazione in modo da osservare a distanza i movimenti senza il rischio di essere visti. La telecamera ha ripreso le varie attività fino alla raccolta del prodotto finale.

Ieri pomeriggio i carabinieri nascosti nella boscaglia in uniforme mimetica hanno atteso per ore l’arrivo del giovane che una volta giunto sul posto, senza accorgersi di essere osservato, è stato bloccato dopo aver innaffiato la piantagione mentre stava aggiungendo il concime. Quattro piante alte circa un metro e mezzo per un peso ciascuna oscillante tra 1,5 e 2 kg già mature e pronte per l’essicazione e triturazione sono state estirpate e sottoposte a sequestro. Il resto è stato distrutto sul posto.

Grazie alla telecamera è stato documentato che altre quattro piante delle medesime dimensioni erano state raccolte dal giovane qualche giorno prima. L’immediata perquisizione a casa del giovane a Castel Colonna ha consentito di rinvenire ulteriori grammi 60 di marijuana già pronta per essere commerciata, l’attrezzatura per la triturazione del prodotto essiccato e un bilancino di precisione per il confezionamento delle dosi. Inoltre, nel garage erano presenti vari contenitori di diversi tipi di fertilizzante. Le piante, la droga e il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. I proprietari del fondo agricolo si sono riservati nei prossimi giorni di proporre querela per invasione di terreno.

Dopo le formalità di rito, il ventiduenne è stato dichiarato in stato di arresto e riaccompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Nelle foto: le piante all’inizio di giugno; i carabinieri di Trecastelli in tuta mimetica nella zona prima dell’operazione; il giovane ripreso dalla telecamera dei militari; la piantagione prima del sequestro; il materiale sequestrato a casa dell’arrestato

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: