A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire

A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire

Marcello Liverani (Fratelli d’Italia) accusa l’Amministrazione comunale di aver cancellato troppi posti auto

A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire A Senigallia i commercianti del centro storico rischiano di scomparire

di MARCELLO LIVERANI*

SENIGALLIA – E’ in arrivo il “De Profundis” per i commercianti del centro storico. Brutto dirlo così, ma è l’amara realtà che noi abbiamo il coraggio di dire, mentre la politica, nelle vesti della nostra Amministrazione, e le associazioni di categoria, non vi diranno mai. I primi perché hanno nel loro Dna il mentire e dire bugie, oltre che essere distanti anni luce dai cittadini, e i secondi perché campano e regnano grazie alle tessere che ancora gli fate versandogli ogni anno la regolare iscrizione, in euro sonanti chiaramente.

Quello che sta accadendo a Senigallia, nel centro storico, ha dell’assurdo. In pratiche delle scelte senza senso dell’Amministrazione  faranno morire il comparto commercio e i commercianti stessi. Lo avevamo detto e scritto tantissimi mesi addietro, non appena eravamo venuti a conoscenza dell’inizio del lavori di Piazza Garibaldi e, in automatico, dell’eliminazione dei parcheggi. Nessuno voleva credere a quello che ora sta accadendo, anzi fummo tacciati di disfattismo. Era così enorme il nostro disfattismo che oggi, a malincuore veramente, dobbiamo constatare che non avevamo sbagliato una sola parola di quanto detto e neanche una sola ipotesi.

Nessuno aveva compreso che i lavori della piazza, che non critichiamo sotto il profilo “riqualificazione”, avrebbero portato alla fine dei Commercianti in quanto nessuno aveva pensato di costruire dei parcheggi in struttura, interrati o sopraelevati. Come può una Amministrazione ampliare a dismisura una Ztl senza prevedere un solo posto auto in più da qualche altra parte? Follia pure, neanche nei manicomi i matti ragionano in questo modo.

Facciamo il quadro della situazione anche con i numeri allora.

Premessa: Non siamo contrari alla riqualificazione della piazza, siamo però contrari all’averla riqualificata e all’ampliamento della Ztl senza aver pensato ai parcheggi e, di conseguenza, decretando la “morte” dei commercianti. Guardando la cartina che lor signori hanno dato a pochi eletti (metterla online e darla alla stampa era chiedere troppo), alla fine della giostra nel centro storico verranno a mancare qualche cosa come 2000/2500 posti auto al giorno. “Pazzi scatenati che sparano numeri a cavolo”… Qualcuno così penserà leggendo questa cifra, ma quel qualcuno dovrebbe sapere che quando si progettano i posti auto, per capire all’incirca quanta utenza ne potrà usufruire, si fa un calcolo molto semplice basato sulla statistica che dice che un posto auto, a pagamento o gratuito, viene mediamente occupato da 5 autovetture al giorno. Quindi il perdere 500 posti auto equivale appunto a 2000/2500 vetture che nell’arco di una giornata non parcheggeranno più.

“E dove andranno”? Da nessuna parte. “E se desidereranno andare a fare delle spese in centro come faranno”? Non faranno e decideranno di andare nei centri commerciali. “Così però il centro andrà a morire”. Esatto!

Tutto questo: lavori della piazza, ampliamento della Ztl e cancellazione di 500 posti auto, senza aver detto nulla a NESSUNO, senza aver interpellato NESSUNO, ma facendo esattamente nella stessa identica maniera di Kim Jong-un, il dittatore della Corea del Nord, perché se non lo avete ancora capito anche Senigallia ha la sua bella “dittatura” che fa e disfa come meglio crede, in pratica come il gioco delle “Tre Carte”.

La dittatura del “Re Sole Senigalliese” prevede anche l’aver preso per i fondelli i Commercianti mostrandogli oggi una cosa e domani l’esatto contrario, l’avergli detto prima “A” per poi dire che era “B”, ed ecco che oggi fanno finta di accontentare qualcuno (più avanti vi spieghiamo chi è questo qualcuno) riducendo l’idea iniziale che avevano sulla ZTL, ma in realtà è l’ennesimo “contentino burla”, perché nel giro di pochi mesi, il centro storico sarà tutto ZTL, ma proprio tutto, forse, come qualcuno ci ha riferito, anche Via Pierelli. Dire che saranno “uccelli per diabetici” per i Commercianti è dire poco.

Sconcertante anche leggere le dichiarazioni di qualche Presidente delle Associazioni di Categoria (eccolo il “qualcuno” del quale parlavamo prima) che vuole far credere agli associati di aver ottenuto una vittoria facendo ridurre la Ztl all’Amministrazione. Vittoria di Pirro perché sarà una soluzione temporanea, in pratica la classica pastetta tra potenti che non si vogliono mordere tra loro. Una Associazione di categoria dovrebbe difendere i propri associati, sono nati per quello, così come i Sindacati, anche loro nati per difendere i lavoratori, ed invece alla fine entrambi hanno fatto il gioco del “padrone” ai danni dell’onesto lavoratore.

Tirare fuori gli attributi e scendere in piazza, in maniera civile chiaramente, inscenando una serie di proteste era troppo vero? Meglio rimanere con un piede in due staffe, non perdere gli iscritti e non far arrabbiare l’Amministrazione. Classico qualunquismo italico.

Noi invece siamo di tutta altra pasta e storia, a noi impicci e pastette proprio non piacciono, come non piacciono le vessazioni quotidiane di questa Amministrazione nei confronti dei Cittadini sotto le più svariate forme! Commercianti tutti, cosa aspettate a farvi sentire, in maniera decisa e forte? Aspettate che l’intera “supposta” entri tutta per bene senza fiatare? Forse non lo avete ancora capito, ma state rischiando di PERDERE la vostra attività rimettendoci soldi e vanificando i sacrifici. Che altro vi devono fare per farvi scendere in piazza? Non vi basta questa bella “fregatura” servita su un piatto d’argento?

Lasciate perdere i “contentini pietosi”, che sono anche una offesa alla vostra dignità, che “qualcuno” vi ha sbandierato ai quattro venti, lasciate perdere di leggere i vari “messaggi” che vi vengono mandati, sono tutte fregature e niente più. Voi dovete imporvi e obbligare l’Amministrazione di mettere nero su bianco i “Parcheggi in Struttura” per un totale di 2.000 posti auto. Cosa fattibilissima perché già studiata e elaborato da “qualcuno” nell’ultima campagna elettorale delle Amministrative. La Ztl NON deve partire se prima non arrivano i parcheggi, è questo il punto chiave sul quale dovete battere i pugni sul tavolo, e se serve anche ribaltarlo quel tavolo!

Vi dovete imporre o il 26 luglio, giorno preposto per l’inaugurazione della piazza, verrete presi in giro per l’ennesima volta dal “Re Sole Senigalliese” che, alla faccia vostra, si farà mille selfie sorridenti nella piazza contento di essere riuscito, per l’ennesima volta, a fare quello che Lui vuole senza ascoltare minimamente nessuno. Dovete esigere e pretendere che vengano costruiti i parcheggi, ma fatelo prima dell’inaugurazione, perché dopo NON vi ascolterà più nessuno, ne l’Amministrazione ne le Associazioni di Categoria. Il giorno dell’inaugurazione presentatevi tutti uniti e compatti in Piazza Garibaldi con fischietti, trombette, tamburi e striscioni e mandategli all’aria i selfie e i sorrisetti. Il giorno dopo la stampa di VOI parlerà, non del “Re Sole” che si sarebbe voluto fare bello alle vostre spalle!

Svegliatevi commercianti, o vi muovete adesso o sarà troppo tardi dopo. Non potete continuare a subire senza neanche fiatare. Tirate fuori l’orgoglio e la dignità, ne va del Vostro futuro. Compatti e uniti li metterete all’angolo, nel caso opposto sarete Voi messi all’angolo.

*Coordinatore Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Senigallia

Nelle foto (di Massimo Possanzini Rossini) la nuova Piazza Garibaldi che sarà inaugurata la prossima settimana

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it