A Senigallia commercianti penalizzati dall’Amministrazione

A Senigallia commercianti penalizzati dall’Amministrazione comunale

Marcello Liverani (Fratelli d’Italia) segnala l’ennesima svista avvenuta nel centro storico

A Senigallia commercianti penalizzati dall’Amministrazione

A Senigallia commercianti penalizzati dall’Amministrazione

A Senigallia commercianti penalizzati dall’Amministrazione

A Senigallia commercianti penalizzati dall’Amministrazione di MARCELLO LIVERANI*

SENIGALLIA – Per l’ennesima volta dobbiamo constatare che tra le “antipatie” di questa Amministrazione ci sono i Commercianti del centro storico.

Siamo in estate, periodo turistico, i Commercianti cercano di alleviare le loro difficoltà economiche con l’indotto che si crea con i turisti che girano, tutti sperano giustamente di aumentare le loro entrate, lavorando anche molto di più, ma se l’Amministrazione non tiene conto di alcune questioni il loro sudato lavoro va a farsi benedire.

Le foto dimostrano chiaramente come è stato messo in difficoltà un commerciante che, senza nessuna comunicazione ovviamente, in poche ore si è visto “blindare” la propria attività da una impalcatura che dovrà restaurare la palazzina. La domanda sorge spontanea, a nessun inquilino del Castello Fatato è venuto in mente di sospendere i permessi delle impalcature per luglio e agosto? Possibile mai che non si riesca ad usare un minimo di buon senso pensando e ragionando sul fatto che determinati lavori arrecano danno enormi alle attività in questo periodo? Ci dite adesso come farà l’attività visibile nella foto a farsi vedere dai turisti che passeranno e, di conseguenza, a lavorare liberamente?

Non ci vogliono menti particolarmente eccelse per fare di queste valutazioni, sono cose spontanee per molti, ma mai per chi amministra. E’ palese che una simile impalcatura porterà un calo degli incassi per l’attività. La risarcite voi? Ovviamente no, per voi questi sono dettagli, ma per chi lavora e fatica ore e ore al giorno, non sono dettagli, sono problemi che si aggiungono ai già tanti che volutamente gli avete procurato tra tassazioni alle stelle, lavori di vario genere che hanno paralizzato il centro, parcheggi inesistenti, ZTL e altro.

E adesso come vogliamo rimediare all’ennesima vessazione verso un commerciante? Ve lo diciamo noi. L’attività, causa la blindatura, ha ora il problema di rendersi visibile al passaggio delle persone, quindi va immediatamente autorizzato il posizionamento di un cartellone che indichi l’esistenza dell’attività e di quello che si occupa. Vogliamo sperare, e ce lo auguriamo, che a nessuno venga in mente di chiedere un solo euro per il posizionamento di detto cartellone pubblicitario, perché non è stata una scelta del Commerciante quella di “non farsi vedere”, bensì una conseguenza della scellerata decisione nell’aver dato il permesso per montare l’impalcatura.

Con l’occasione invitiamo l’Amministrazione a redigere un regolamento apposito dove venga impedito nei mesi di luglio e agosto il montaggio di impalcature e/o varie ristrutturazioni o lavori che vadano ad arrecare danno alle attività, nessuno ci aveva mai pensato prima, ma ora che il disguido è nato si può provvedere per il futuro. Non muore nessuno se si procrastinano a settembre, i Commercianti hanno due mesi per cercare di risollevare le loro sorti economiche, se anche in questi due mesi gli si continua a mettere i bastoni tra le ruote dopo non si può pretendere che paghino anche le esose tasse. Senigallia si regge principalmente sul Turismo e sul Commercio, è così difficile avere un occhio di riguardo e usare il buon senso? Perché dovete continuare a portarli all’esasperazione?

*Coordinatore Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale di Senigallia

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it