I Giovani democratici si confrontano sulla Legge 194/78

I Giovani democratici si confrontano sulla Legge 194/78  

Un incontro sull’interruzione volontaria della gravidanza e sull’obiezione di coscienza si terrà domenica 19 giugno, alle ore 17.30, presso l’Hotel Ristorante Village “Morobello”, a San Marcello

I Giovani democratici si confrontano sulla Legge 194/78

ANCONA – I Giovani Democratici della provincia di Ancona invitano i cittadini al convegno sulla Legge 194/78, relativo ad interruzione volontaria di gravidanza e obiezione di coscienza, che si terrà domenica 19 giugno, alle ore 17.30, presso l’Hotel Ristorante Village “Morobello”, a San Marcello.
Il tema sta in questi mesi tornando alla ribalta, a fronte dei richiami del Consiglio d’Europa all’Italia e dell’esposto della CGIL allo stesso ente, che denunciano pesanti irregolarità nelle strutture ospedaliere italiane, dove l’interruzione volontaria di gravidanza non viene garantita alle donne che ne fanno richiesta (come invece previsto dalla legge).
Nelle Marche, gli ospedali di Fano, Jesi e Fermo registrano il 100% di medici obiettori, rendendo pertanto impossibile la pratica di IVG.
“I Giovani Democratici – si legge in una nota – non possono restare in silenzio di fronte a questo disservizio, soprattutto in virtù del fatto che ciò si traduce in una forma di discriminazione nei confronti delle donne e dei medici non obiettori. Per questo presenteremo, nel corso dell’incontro, le nostre proposte per cercare di ovviare al problema posto dall’alto numero di medici obiettori nelle nostre strutture ospedaliere. Ad assisterci nel dibattito medico, etico e giuridico saranno presenti come relatori: il Dr. Fabrizio Volpini, Presidente della Commissione Sanità Marche; la Dr.ssa Stefania Pagani, in qualità di membro della Commissione Pari Opportunità Marche; il Prof. Giovanni Di Cosimo, ordinario di Diritto Costituzionale all’Università di Macerata”.
L’incontro è pubblico ed aperto a tutti gli interessati.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it