“Chi si difende da un ladro in casa sua non può essere processato”

 

“Chi si difende da un ladro in casa sua non può essere processato” 

Prosegue a Senigallia la raccolta di firme della Lega Nord per avere il sostegno popolare per modificare la legge sulla legittima difesa

"Chi si difende da un ladro in casa sua non può essere processato" SENIGALLIA – Prosegue la raccolta firme della Lega Nord per avere il sostegno popolare per modificare la legge sulla legittima difesa, eliminando l’eccesso di difesa, in modo che ogni cittadino possa difendersi, all’interno della propria abitazione o del proprio esercizio commerciale, senza se e senza ma, senza dover essere giudicato da un Tribunale.

 

In Italia ogni giorno avvengono 689 furti in abitazione, una media di un furto nelle nostre case ogni due minuti, e negli ultimi dieci anni le rapine in abitazione con violenza o minaccia verso il proprietario sono aumentate del 195%!

Aiutaci anche tu a cambiare la legge, perche’ il nostro domicilio deve essere sempre sacro e inviolabile e chi si difende da un rapinatore in casa propria non puo’ essere processato!

Lega Nord Senigallia sarà’ presente con il banchetto di raccolta firme, sabato 4 e domenica 5 dalle 17 alle 19.30 in Piazza Roma.In caso di maltempo il banchetto verra’ fatto nel weekend successivo.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it